FONTI TRADIZIONI RICERCA

Categoria: GUIDO BONATTI

Apertura delle Porte [Fath al-abwâb] Astrologia e meteo

Con il termine Fath al-abwâb ci si riferisce al concetto “apertura delle porte” che può avvenire secondo diversi criteri ma quello più semplice e che rintracciamo in tutta la letteratura astrologica è che tale figura si realizza quando due pianeti aventi domicili opposti risultano tra loro in aspetto di congiunzione, quadratura oppure di opposizione. Guido Bonatti (XIII secolo) dice che le aperture delle porte indicano momenti di cambiamento atmosferico, ovvero un cambiamento dello stato dell’atmosfera che tuttavia risulterà evidente solo quando l’apertura delle porte coincide con certe specifiche qualità di disposizione, come sarà indicato più avanti.

  • Venere-Marte in aspetto tra loro di congiunzione, quadratura, opposizione significano APERTURA DELLE PORTE o FATH AL-ABWÂB perché il domicilio di Venere è Toro-Bilancia opposto al domicilio di Marte Scorpione-Ariete.
  • Mercurio-Giove in aspetto tra loro di congiunzione, quadratura, opposizione significano APERTURA DELLE PORTE o FATH AL-ABWÂB perché il domicilio di Mercurio è Gemelli-Vergine opposti al domicilio di Giove Sagittario-Pesci.
  • Luna-Saturno in aspetto tra loro di congiunzione, quadratura, opposizione significano APERTURA DELLE PORTE o FATH AL-ABWÂB perché il domicilio della Luna è Cancro opposto al domicilio di Saturno Capricorno.
  • Sole-Saturno in aspetto tra loro di congiunzione, quadratura, opposizione significano APERTURA DELLE PORTE o FATH AL-ABWÂB perché il domicilio del Sole è Leone opposto al domicilio di Saturno Acquario.

INDICAZIONI DI RUBERTI

  • Le relazioni di congiunzione, quadratura, opposizione (apertura delle porte) tra Venere e Marte secondo Battista de Ruberti in Osservazioni de astrologia et altre appartenenze (trattato del 1567) producono tempeste notabili.
  • Le relazioni di congiunzione, quadratura, opposizione (apertura delle porte) tra Mercurio e Giove producono venti ma anche piogge.
  • Le relazioni di congiunzione, quadratura, opposizione (apertura delle porte) tra Luna e Saturno generano effetti diversi causando umidità, nubi dense, ma anche caldo (dipende dai segni coinvolti).
  • Le relazioni di congiunzione, quadratura, opposizione (apertura delle porte) tra Sole e Saturno generano secondo Battista de Ruberti freddo o molto freddo e se sono coinvolti segni umidi freddo umido.

ESEMPI DI APERTURA DELLE PORTE 2024

  • Il 22 Febbraio 2024 Venere Marte realizzano una congiunzione partile nel segno Acquario. Questa è una apertura delle porte perché l’aspetto avviene tra due pianeti i cui domicili sono opposti.
  • Il 9 Giugno 2024 Sole Saturno realizzeranno un aspetto di quadratura partile nei segni Gemelli Vergine. Questa è una apertura delle porte perché l’aspetto avviene tra due pianeti i cui domicili sono opposti.
  • Il 23 Agosto 2024 Venere Marte realizzano una quadratura partile nei segni Vergine Gemelli. Questa è una apertura delle porte perché l’aspetto avviene tra due pianeti i cui domicili sono opposti.
  • Gli aspetti più ricorrenti sono quelli tra Luna e Saturno.

Le qualità atmosferiche universali dei segni, secondo Battista de Ruberti:

  • Ariete: fulmini, tuoni, caldo secco
  • Toro: umidità vincente
  • Gemelli: cose temperate
  • Cancro: caldo
  • Leone: caldo umido
  • Vergine: umidità e tuoni
  • Bilancia: variabile, cose che mutano
  • Scorpione: tuoni focosi
  • Sagittario: vento
  • Capricorno: molta umidità
  • Acquario: freddo e acqua
  • Pesci: freddo e vento

Le qualità atmosferiche universali dei segni, secondo Battista de Ruberti secondo la loro tripartizione:

  • Prima parte Ariete: pioggia e vento
  • Seconda parte Ariete: cose temperate
  • Terza parte Ariete: putrefazione
  • Prima parte Toro: venti, nuvole, terremoti
  • Seconda parte Toro: freddo e umidità
  • Terza parte Toro: cose focose e corruttive
  • Prima parte Gemelli: umidità
  • Seconda parte Gemelli: cose temperate
  • Terza parte Gemelli: cose che mutano
  • Prima parte Cancro: caldo, terremoti
  • Seconda parte Cancro: cose temperate
  • Terza parte Cancro: vento
  • Prima parte Leone: caldo intenso
  • Seconda parte Leone: temperato
  • Terza parte Leone: molta umidità corruttiva
  • Prima parte Vergine: grande calore
  • Seconda parte Vergine: temperato
  • Terza parte Vergine: molta umidità corruttiva
  • Prima parte Bilancia: temperata
  • Seconda parte Bilancia: temperata
  • Terza parte Bilancia: acquosa
  • Prima parte Scorpione: secco poi grandine
  • Seconda parte Scorpione: temperata
  • Terza parte Scorpione: temperata
  • Prima parte Sagittario: umidità
  • Seconda parte Sagittario: temperata
  • Terza parte Sagittario: cose focose
  • Prima parte Capricorno: dannoso, bruciante
  • Seconda parte Capricorno: temperata
  • Terza parte Capricorno: acqua intensa
  • Prima parte Acquario: molto umido
  • Seconda parte Acquario: temperata
  • Terza parte Acquario: vento
  • Prima parte Pesci: temperata
  • Seconda parte Pesci: molto umido
  • Terza parte Pesci: cose focose

Le qualità atmosferiche delle mansioni lunari, secondo Battista de Ruberti che fa partire la prima mansione lunare dal grado 19°56′ Ariete (secondo i calcoli del suo tempo):

  1. Prima mansione inizia a 19°56 Ariete temperata
  2. Seconda Mansione inizia a 02°47′ Toro secca
  3. Terza Mansione inizia a 15°40′ Toro umida
  4. Quarta Mansione inizia a 28°31′ Toro umida, fredda, temperata
  5. Quinta Mansione inizia a 11°22′ Gemelli secca
  6. continua con immagine…

 

 

GIUDIZI SULLE APERTURE DELLE PORTE

L’apertura delle porte è necessario giudicarla secondo i segni che occupa la figura, secondo le mansioni che la figura occupa, giudicando segni e mansioni secondo le nature universali associate nell’astrologia naturale. La figura è determinante quando l’aspetto partile si realizza in un certo luogo della sfera locale in posizione “angolare” (in case angolari, più vicina è agli angoli del luogo più il suo effetto è determinante) ed è significativa quando la sizigia precedente la annuncia o la testimonia (ovvero se la figura di apertura delle porte ha qualche relazione con la sizigia precedente) o quando la sizigia successiva la annuncia o la testimonia (ovvero se la figura di apertura delle porte ha qualche relazione con la sizigia successiva). Queste figure sono importanti quando il partile si realizza nel momento in cui altri pianeti (anche non coinvolti) stanno o hanno cambiato segno, oppure quando la figura apertura delle porte coincide con i luminari (Sole o Luna) in fase di sorgere o di tramonto o di culmine superiore / inferiore rispetto all’orizzonte e meridiano locale. Si può realizzare apertura delle porte anche con due pianeti che pur non essendo in aspetto di congiunzione o quadratura od opposizione, sono “attivati” dalla Luna che li mette in comunicazione.

 

CITAZIONE

Scrive Mario da Venezia (Mario Bignoni 1601 – 1660)  nel 1652 in “Elogi sacri nella solennità principali di nostro Signore” : «… ricordo di aver letto nella vita di Apollonio di Tiana, celebre Mago dei suoi tempi e riportato da Filostrato … che ritrovandosi Apollonio nell’India Orientale vide due grandi vasi, uno dei quali si chiama Dolium imbrium ovvero il Vaso della pioggia, e l’altro Ventorum. Quando la provincia si vedeva afflitta da qualche straordinaria siccità, e aveva bisogno di pioggia, aprivano il Vaso delle piogge, e da questo uscivano nuvole copiose, pregne di acqua che cadendo dal Cielo provvedeva a quella grandissima siccità. Is qui dicitur imbrium, ubi nimia sicitate India praemitur, si fuerit aperins nubes emittit, quae universam terram humetant (Colui che invoca la pioggia, là dove nell’India va avanti una eccessiva siccità, genera le nubi nell’apertura delle porte, che si estendono su tutta la terra). E la pioggia non sarebbe cessata se prima il vaso non andava chiudendosi. Sin vero nimia fuerit pluvie, idem occlusus impres prohibet (Se c’è troppa pioggia, lo stesso chiuderai [la porta o il vaso] per proibire la pioggia). Quando poi gli indiani avevano bisogno di vento, aprivano il Vaso Ventorum e una volta aperto soffiavano i venti per quelle contrade, e con la loro agitazione e il loro percorso si purgava l’aria, rendendosi salutifera: e come avevano a sufficienza ricevuto il beneficio del vento, chiudevano il vaso e improvvisamente cessava. Adaperto dolio, dice Filostrato, ventur regionem perflat, unde, salubritas in terra gignitur. Sicché gli Indiani stimavano che in quei due vasi fossero appunto le chiavi del Cielo. Non credo al fatto che questi Sapienti Maghi fossero realmente convinti delle virtù (e dell’esistenza reale, in terra) di questi vasi e della loro chiusura e apertura, essi in realtà volevano intendere l’apertura delle porte che avvengono nell’aria (nel cielo), infatti secondo gli Astrologi quando avvengono le aperture delle porte accadono evidenti effetti e straordinarie mutazioni dell’aria. L’apertura della porta (nel cielo) si realizza quando due pianeti, che hanno nello Zodiaco case opposte si combinano e configurano insieme o con i loro corpi, come nella congiunzione, o con aspetti di opposizione o di quadratura, e nei segni o ignei, o acquei, o aerei, o terrei. Nei quali tutti gli avvenimenti accadono come queste grandissime mutazioni, o di piogge, o di nubi, o di venti, o di grandini, o di tempeste […]».

/ 5
Grazie per aver votato!

Luna

Guido Bonatti: la descrizione della Luna e delle sue più importanti figure celesti, secondo il trattatista più celebre e importante nel panorama dell’Astrologia Medievale. La traduzione in italiano è curata da questo sito e proviene dalla traduzione in inglese di Robert Zoller presente nel suo Corso di Astrologia Medievale (Lesson Seven – Planets). Eventuali (…) indicano brevi passaggi omessi per rendere il testo più sintetico.

La Luna è benefica, femminile, notturna. Opera nel freddo e nell’umido secondo la sua natura. Lei è la significatrice della madre. Se la natività fosse notturna, significherebbe ciò che accade al nativo dalla madre.

Perciò dovresti considerare come si comporta la Luna con il significatore del nativo. Perché se l’aspetto è di un sestile o trigono, e lo riceve con un’accoglienza perfetta, sarà bene per il nativo della madre. Ma se la Luna ha un cattivo aspetto, farà il male da parte della madre. (…) Se il significatore della natività riceve la Luna, sarà bene alla madre dal nativo. Ma se lui (il significatore) la tratta male senza accoglienza (aspetto senza ricezione o mutua ricezione), sarà un male per la madre.

La Luna è collegata alla flemma.

Delle professioni governa i comandi, i lavori delle acque e delle terre, l’agricoltura, secondo la quantità della sua bontà o malizia. Lei significa il primo posto. Lui (il nativo) saprà gestire gli affari del re e dei magnati se la Luna governa nonché se lei (la Luna) sarà fortunata e in buon aspetto con il Sole, o con il signore della 10a casa per sestile o trigono.

Significa argento e buona fortuna in agricoltura specialmente se ha dignità in quarta casa all’ora della nascita.

Significa religione.

Tra le malattie significa l’epilessia, le contorsioni del viso e quelle malattie che riguardano la paralisi, soprattutto quelle che colpiscono la lingua, le labbra e gli occhi.

E significa la commozione delle membra, che accade spesso per qualche malattia causata dal freddo e dall’umido, come nel flemmatico.

E significa la qualità dell’anima perché se fosse unita ad un buon pianeta la qualità dell’anima sarebbe buona; se a un pianeta cattivo, cattiva.

L’orbita della Luna è di 12 gradi.

Quando la Luna è unita a Saturno nella natività di qualcuno, maschio o femmina, significa che il nativo considererà gli uomini con odio e simulerà di amarli e sarà geloso e si rallegrerà della distruzione degli altri e si addolorerà riguardo al loro profitto. E gli sembrerà che ogni bene altrui gli sia di danno.

E se fosse unita a Giove significa che il nativo sarà cauto, onesto e benevolo in tutte le cose e condurrà una vita buona, bella, onorevole e pacifica ed è in ogni modo lodevole.

E se è unita a Marte, significa che il nativo sarà geloso e studierà la malizia e si impegnerà in campagne sussurrate e nel seminare zizzania tra gli uomini in tutte le cose e qualunque cosa possa essere dannosa per gli altri, (semplicemente amerà il chiacchiericcio e sparlare degli altri) ma una ricezione infrange la suddetta malizia.

Ma se fosse unita al Sole con un aspetto di trigono o di sestile, o con una ricezione, i significati sarebbero più perfettamente adempiuti. E significa che il nativo o il richiedente avanza sistemando gli affari del re e quelli dei nobili, dei magnati, dei ricchi e di coloro che sono idonei a governare.

Ma se fosse unita a Venere, significa che il nativo sarà educato, benigno, dolce e buono d’animo e onesto rispetto ai suoi modi, e sarà rapido e leggero, e veloce nei movimenti, e si alleerà se stesso con il divino. Non parlerà male di nessuno, né farà notare a nessuno la sua mancanza di sofisticatezza.

Ma se fosse unita a Mercurio con la ricezione, significa che il nativo sarà un eloquente esortatore e che si atterrà agli scritti e alla retorica e che sarà ordinato in tutto il suo parlare e in tutte le sue dichiarazioni sia metriche che in prosa.

Ma se non riceve nell’aspetto trigono o sestile, sarà al di sotto di questo.

Ma se per fa aspetti di quadratura od opposizione (sempre con il signore della prima casa o con il significatore della natività per esempio con il signore della genitura), sarà loquace e proferirà molte parole vuote ed inutili, né lascerà parlare gli altri e li interromperà, né vorrà essere interrotto.

La Luna significa l’immaginazione e la debolezza del carattere, il sentimento e la gravità del linguaggio e le donne oneste.

Nelle natività femminili vedere se la Luna è unita a Mercurio come è stato detto. Perché allora significherà che la donna sarà onesta, buona e di buon animo.

Nutrirà liberamente i bambini e sarà fortunata in questo, e sarà un’assistente delle nascite. E significa madri e zie materne e fornitrici di cibo.

TUTTI GLI ALTRI PIANETI, CLICCA QUI

/ 5
Grazie per aver votato!

Mercurio

Guido Bonatti: la descrizione di Mercurio e delle sue più importanti figure celesti, secondo il trattatista più celebre e importante nel panorama dell’Astrologia Medievale. La traduzione in italiano è curata da questo sito e proviene dalla traduzione in inglese di Robert Zoller presente nel suo Corso di Astrologia Medievale (Lesson Seven – Planets). Eventuali (…) indicano brevi passaggi omessi per rendere il testo più sintetico.

Alcabizio dice che Mercurio è un pianeta misto, maschile, diurno, inclinato per sua natura a quello dei pianeti e segni ai quali è legato, sicché se fosse unito ad un benefico, otterrebbe un buon risultato: e se fosse unito a un malefico, farà il male.

E se fosse congiunto ad un pianeta maschile, è chiamato maschile e se fosse congiunto ad un pianeta notturno, notturno e se ad un pianeta diurno, diurno.

E significa fratelli minori: osservate se nella natività di qualunque nativo Mercurio si relaziona al signore della prima casa o al significatore della natività. Perché se Mercurio lo aspetta in trigono o sestile, il bene verrà dai fratelli minori del nativo e significa accoglienza. Ma se l’aspetto è quadrato od opposizione farà il male, soprattutto se intervenire una ricezione.

Diciamo lo stesso della congiunzione corporale. Comprendi lo stesso riguardo ai suoi aspetti con la Luna.

L’uomo Mercuriale ama gli amanti più delle mogli e si attacca liberamente a loro. E Mercurio significa la valutazione e il pensiero dell’amore di Dio tanto quanto è nella sua coscienza, sebbene alcuni siano lascivi nelle cose illecite. Ha buona fede e frequenta devotamente il tempo nei templi e negli altri santuari delle chiese e sarà di buona fede e di opinione cattolica.

E se Mercurio fosse l’unico significatore della natività, e nessun pianeta fosse congiunto con lui né partecipasse con lui sì che fosse nella sua propria natura, il nativo crescerà secondo la propria volontà e il proprio carattere e questo gli accade a partire dall’adolescenza.

Alcabizio diceva che significa le cose terrestri e il loro aumento attraverso la crescita. (…) e significa retorica, geometria e scienza delle transazioni commerciali e come trasformare le cose venali in profitto.

E Afla ha detto che significa filosofia, presagio, scrittura, proverbi e aritmetica.

La sfera di Mercurio è di 7 gradi.

Se Mercurio è congiunto a Saturno significa opera di apperticandi e di misurazione della terra e di divisione dei possedimenti e delle eredità tra i consorti e delle eredità dei morti. E la scienza del numerazione e del calcolo, che serve a chi costruisce qualche edificio come una torre o una casa, o qualcosa di simile: e la disposizione delle armi, come quelli che tessono panni di lana, o lino, o pignolatum e simili.

Ma se Mercurio fosse congiunto a Giove, significherebbe il lavoro di numerazione e di composizione delle melodie dei libri di chiesa e conoscerà indifferentemente gli altri canti e il salto degli attori e simili.

E se fosse congiunto a Marte significherebbe che il nativo saprà produrre un esercito, organizzarlo e schierarlo. E saprà colpire coloro contro i quali combatterà con lance, spade, artigli e altre armi dannose.

Ma se fosse congiunto al Sole significa che governa un certo numero di re, e il patrimonio dei signori, dei magnati (cioè è un controllore, o ministro dello scacchiere) e saprà disporre dei loro beni e governare le loro famiglie.

Ma se fosse unito a Venere, ciò significa che conoscerà un certo numero di accordi di strumenti musicali, come cetre, viole, tubi, organi, arpe, tamburi e simili.

Ma se fosse unito alla Luna, significa che il nativo saprà servire nelle corti di re, magnati, nobili e altri.

Tra le malattie, significa naturalmente quella mentale, il comportamento maniaco-depressivo, pusillanimità nell’ingigantire le piccole cose, fantasie orribili, mancanza di pace mentale e dubbi così che a volte sembrerà senza cervello.

E se quel pianeta al quale era congiunto fosse ben disposto, ciò significa la buona qualità dell’anima e se mal disposto, la cattiva qualità dell’anima.

TUTTI GLI ALTRI PIANETI, CLICCA QUI

/ 5
Grazie per aver votato!

Venere

Guido Bonatti: la descrizione di Venere e delle sue più importanti figure celesti, secondo il trattatista più celebre e importante nel panorama dell’Astrologia Medievale. La traduzione in italiano è curata da questo sito e proviene dalla traduzione in inglese di Robert Zoller presente nel suo Corso di Astrologia Medievale (Lesson Seven – Planets). Eventuali (…) indicano brevi passaggi omessi per rendere il testo più sintetico.

Albumasar e Alchabitius dicevano che Venere è un pianeta benefico, femminile, notturno. Indica le donne e le mogli. E, dice Alchabitius, se la nascita è diurna indica le madri. Sacerdos afferma che indica le sorelle minori. È la naturale significatrice dei bambini perché i bambini sono significati dalla quinta casa e Venere è il quinto pianeta da Saturno.

Ed è anche il quinto pianeta che esercita la sua operazione sul feto concepito, dando il sesso del bambino al feto e completando il naso e le sopracciglia e l’intera disposizione del viso.

E poiché Venere è il pianeta delle delizie e del giubilo, la 5ª casa è attribuita ai bambini, li indica perché sono un accidente di cui il nativo si rallegra di più e la natura si diletta di più di altre cose.

Quando vuoi conoscere l’essere del nativo e quando vuoi sapere cosa gli accade dalle donne, ossia dalla madre o dalle mogli o dalle sorelle minori e simili, vedi nell’ora della natività se Venere fosse l’Almutem della natività perché allora saprai che generalmente gli andrà bene da tutte le faccende con le donne.

E se non fosse significatrice della natività, né Almutem su di essa, vedi come si aspetta al signore dell’Ascendente. Infatti, se lo aspetta con un trigono il nativo è amato dalle donne con un amore perfetto. Se gli si presenta con un aspetto di sestile, il nativo è amato dalle donne, ma non con un amore perfetto. Piuttosto, ci saranno occasionali alterchi e litigi tra loro e a volte si amano e a volte no, avanti e indietro. Se lei gli si pone in aspetto di quadratura lui si rallegrerà poco con una moglie e per la maggior parte ci saranno litigi di ogni tipo tra loro e non andranno d’accordo. Ma se l’aspetto è di opposizione, il nativo non si rallegrerà mai con una moglie (…) né gli andrà bene; e ci saranno sempre litigi e discordie tra loro.

E se Venere fa aspetti al significatore della natività nel decimo segno (intende dire nella Decima casa Celeste) con uno qualsiasi degli aspetti suddetti, diciamo che sarà come indicato per ogni aspetto ma tra nativo e sua madre. Infatti Venere significa la moglie specialmente quando in VII casa ma significa la madre quando è in X casa. (…) E se Venere ha un aspetto al significatore del nativo dalla 4ª casa, dite che le cose accadranno dalle sorelle minori, secondo l’aspetto.

Venere per sua natura sopporta il freddo e l’umido, ma con moderazione. E dell’età dell’uomo significa l’adolescenza e soprattutto la semplice giovinezza, che va dai 14 ai 22 anni.

Di maestrie (mestieri) sa farsi strumenti di lode di giuochi e giuocare a dama e a dadi. Colui la cui vita è significa da Venere vivrà una vita dolce, sarà un fornicatore e farà cose con cui le donne si adornano. È dedito al gioco e al gioco d’azzardo.

Il globo di Venere è di 7 gradi.

Se Venere fosse unita a Saturno, significherebbe il suono del canto, del lamento, e piangono amaramente i morti e le cose che gli uomini usano quando costruiscono e cose simili.

Ma se fosse unita a Giove significa che il nativo sarà esperto nei suoni della lettura e del canto ecclesiastico, e in ogni canto relativo ai chierici e ai religiosi e quelli usati nei luoghi di culto e davanti agli altari e nella lode del Signore Gesù Cristo.

Ma se fosse unita a Marte, significherebbe suoni laici e canti di signori di battaglie, e musica usata in battaglie come quella di tube, flauti e cimbali e simili; e significa musica o canti in cui si parla di cattura, legatura, fatica, uccisione, colpi d’armi e di frustate, come si fa in commemorazione delle gesta degli antichi, affinché possiamo ricordare le gesta di Troia, Francia, Roma e Gran Bretagna e simili: il nativo saprà cantare quelle canzoni.

Ma se fosse unita al Sole, significa che il nativo sa cantare canzoni che vengono eseguite davanti a re e magnati con strumenti di legno, come viole, cetre, sambuche, liuti e simili.

E se fosse unita a Mercurio significherebbe suoni da cui sono fatte le melodie e sono composte di versi e suonate sulla lira.

E se fosse unita alla Luna, significherebbe i canti dei marinai che usano per la navigazione e per issare le vele in alto.

E delle malattie, lei (Venere) significa le infermità fredde e umide, che si verificano per lo più nei genitali e attorno ad essi. E significa che il nativo sarà ben informato su come abbellire le donne…. E significa la dolcezza dell’anima, e significa l’amicizia, il mangiare e l’ansia di mangiare, di bere, il coito e cose simili.

TUTTI GLI ALTRI PIANETI, CLICCA QUI

/ 5
Grazie per aver votato!

Sole

Guido Bonatti: la descrizione del Sole e delle sue più importanti figure celesti, secondo il trattatista più celebre e importante nel panorama dell’Astrologia Medievale. La traduzione in italiano è curata da questo sito e proviene dalla traduzione in inglese di Robert Zoller presente nel suo Corso di Astrologia Medievale (Lesson Seven – Planets). Eventuali (…) indicano brevi passaggi omessi per rendere il testo più sintetico.

Alchabitius dice che il Sole è un pianeta maschile, benefico per aspetto, ma malefico per congiunzione. Per sua natura opera calore e secchezza. È il significatore naturale del padre se la nascita è diurna. Ed è significatore naturale dei padri perché la quarta casa significa il padre e il Sole è il quarto pianeta da Saturno, seguendolo l’ordine dei pianeti, cioè il terzo dopo di lui (cioè in ordine decrescente: Saturno, Giove, Marte, Sole).

Ed è anche il 4° pianeta che esercita la sua operazione nel concepimento (feto), operando in esso con un calore naturale e dandogli lo spirito, le membra ufficiali e l’anima vitale, ma anche i lineamenti del viso. (…).

E significa luce, splendore, bellezza, intelletto e fede. Significa la grande sovranità e tutte le altre dignità laiche (…). E questo perché egli si trova in mezzo agli altri (pianeti), come un re, e gli altri stanno accanto a lui, alcuni da una parte, altri dall’altra, cioè i superiori alla sua destra, gli inferiori alla sua sinistra.

E ha potere su tutti i pianeti perché li brucia tutti. Inoltre, il suo moto è quasi uniforme, e non varia né si altera, ma mantiene sempre lo stesso ritmo anno dopo anno. E il suo moto supera la nobiltà degli altri pianeti, né retrocede come gli altri.

Si può dire che la Luna non retrocede mai, il che è vero, ma può muoversi così lentamente da essere equiparata alla retrogradazione (questo quanto riprodotto da Zoller, che ho tradotto testualmente, potremmo aggiungere che anche la Luna come il Sole non retrocede mai, come fanno gli altri pianeti, e per questo che anche la Luna è stata inserita nella nomenclatura dei Luminari, insieme al Sole).

Si può anche dire che la Luna a volte eclissa il Sole. A questo si deve aggiungere che la Luna a volte significa regni e magistrati. E significa naturalmente il re dei Romani, che ha potere legale sul re di Babilonia, il cui significatore è naturalmente il Sole.

(…).

E per quanto riguarda l’età di un uomo, significa dalla fine della giovinezza che è dal 45° anno fino ai 60 anni. Partecipa con tutti i pianeti alla disposizione degli anni. E tra le maestrie ha la regalità, il governo e l’impero.

E significa anche coloro che sanno usare le lance e lanciare i giavellotti e la caccia e l’avvelenamento come chi avvelena le frecce con cui uccidono le bestie.

E significa la purificazione del corpo, con ogni tipo di purga con cui gli uomini purificano i corpi degli uomini internamente ed esternamente. E nelle infermità significa le malattie calde e secche che appaiono nel corpo degli uomini.

E di sostanza (in questo caso nel senso di ricchezza) significa molto oro molto incluso quello grezzo.

E Alchabitius disse che significa la ricchezza di ogni tipo. E delle qualità dell’anima, significa la sublimità e la sottigliezza e le cose che seguono: l’onestà, la generosità, la gloria e l’ampiezza di vedute.

E significa buona cultura e cose simili. E Alchabitius dice che indica la potenza della voce e la forza della rapidità (le cose veloci e dirompenti).

Se il Sole è unito a Saturno, significa supervisione e questo tipo di autorità.

E se è unito a Giove, significa leadership nella fede e nella religione. E indica anche il giudizio tra gli uomini, giudicando le azioni dei minori o dei criminali (oppressorum) e simili.

Se è unito a Marte significa il comando di un esercito e l’investigazione delle guerre, e il nativo sarà potente in queste cose.

Ma se fosse unito a Venere, significa un regno grazie alla fedeltà di uomini potenti e di donne potenti.

Ma se fosse unito a Mercurio, significa consiglieri dei re e custodi dei libri, delle grandi opere o custodi di eredità.

E se fosse unito alla Luna, significherebbe il lavoro dei legati e le rivelazioni dei consigli e cose del genere.

E Guellio e Atabari dissero che il Sole significa l’immagine del volto umano: e propriamente l’occhio destro di un uomo e l’occhio sinistro di una donna.

Ben e Alboali (Abu’Ali) dicono che indica il cuore, il midollo e le cosce.

E tra le infermità indica quelle che si verificano nella bocca, come i tumori, e quelle che mangiano la carne della bocca e ogni ferita della bocca e la caduta dell’acqua nell’occhio (credo che intende la lacrimazione degli occhi o le infiammazioni degli occhi che causano copiose lacrimazioni).

E la sua virtù e il suo potere sono soprattutto nella testa. E gli Indiani dicevano che quando sarà all’Ascendente brucerà e colui il cui significatore (del temperamento) fosse il Sole avrà allora un segno nel viso.

(…) Secondo alcuni significa il colore bianco. Il suo sapore è acuto. Domina la domenica e la notte che precede il giorno di Giove.

La sua orbita è di 15 gradi prima e dopo.

TUTTI GLI ALTRI PIANETI, CLICCA QUI

/ 5
Grazie per aver votato!

Marte

Guido Bonatti: la descrizione di Marte e delle sue più importanti figure celesti, secondo il trattatista più celebre e importante nel panorama dell’Astrologia Medievale. La traduzione in italiano è curata da questo sito e proviene dalla traduzione in inglese di Robert Zoller presente nel suo Corso di Astrologia Medievale (Lesson Seven – Planets). Eventuali (…) indicano brevi passaggi omessi per rendere il testo più sintetico.

Alchabitius disse che Marte è un pianeta maschile, notturno, malefico, per sua natura opera il calore e la secchezza, l’eccessivo ardore, è pianeta collerico, di sapore amaro ed è naturalmente il significatore dei fratelli, perché i fratelli sono il terzo accidente che accade al nativo dopo il concepimento, cioè dopo la nascita, e che il nativo si diletta di quelle cose che gli possono accadere per prime, e quindi Marte è il terzo pianeta nell’ordine dei pianeti ed è terzo in ordine dopo Saturno.

E Marte è anche il terzo pianeta che opera sul concepimento (feto), vale a dire operando in esso attraverso il sangue e arrossandolo.

Ed è il significatore dei pellegrinaggi/lunghi viaggi, perché nei viaggi accadono molte cose spiacevoli ai pellegrini, sia furti che azioni malvagie e simili, che sono paragonate al significato di Marte.

E di età raccoglie la gioventù dai 22 ai 45 anni, in modo da includere entrambi. E delle Maestrie (professioni), ogni professione che si esercita attraverso il ferro e il fuoco, come battere il ferro con i martelli, o forgiarlo in altro modo o svolgere il lavoro di fabbro, fornaciaio, fornaio, boia, barbiere e simili.

La sua orbita è di 8 gradi.

Ma se fosse unito a Saturno, significa il lavoro dei fabbri che lavorano solo il ferro, e in particolare gli strumenti di ferro che vengono utilizzati in agricoltura, come zappe, motrici, vomeri e simili.

Se invece è unito a Giove, significa i fabbri che lavorano il rame (o l’ottone) e il piombo.

Ma se fosse unito al Sole, significherebbe il lavoro di coloro che fanno cose d’oro non ancora lavorate: ad esempio chi lavora e produce tutte le specie di monete, medaglie o gettoni e ogni altro lavoro d’oro grezzo.

E se fosse unito a Venere, significherebbe il lavoro di chi fabbrica cose per l’ornamento delle donne, come anelli, collane e simili.

E se Mercurio è unito a lui, significa il lavoro di coloro che fabbricano oggetti usati per unire le cose, per esempio punteruoli e spille.

E se la Luna è unita a lui, indica i lavori di coloro che fanno le bilance, i piatti, i bacini e i recipienti con cui si misurano le coppe di bevande nelle taverne.

TUTTI GLI ALTRI PIANETI, CLICCA QUI

/ 5
Grazie per aver votato!

Giove

Guido Bonatti: la descrizione di Giove e delle sue più importanti figure celesti, secondo il trattatista più celebre e importante nel panorama dell’Astrologia Medievale. La traduzione in italiano è curata da questo sito e proviene dalla traduzione in inglese di Robert Zoller presente nel suo Corso di Astrologia Medievale (Lesson Seven – Planets). Eventuali (…) indicano brevi passaggi omessi per rendere il testo più sintetico.

Alchabitius disse che Giove è pianeta della fortuna, maschile, diurno ed è il significatore naturale della sostanza perché la sostanza del nativo è un fatto accidentale che accade al nativo dopo la sua nascita, ed è un fatto necessario che accade per primo (è necessario essere dotati di sostanza affinché esista la sussistenza stessa del corpo), quindi Giove è il secondo pianeta nell’ordine dei pianeti che è il primo dopo quello (che significa il corpo, vedere Saturno nella descrizione dei pianeti secondo Guido Bonatti).

E allo stesso modo Giove è il secondo pianeta che esercita azione sulla cosa concepita contribuendo a darle spirito e vita (quindi Bonatti sta dicendo che Saturno è il corpo ovvero l’involucro, come descrive egli stesso, mentre Giove è la sostanza del corpo che è spirito e vita).

Secondo la sua natura, egli produce calore e umidità, temperato, arioso e sanguigno. Delle età significa la giovinezza fino al compimento dell’età, che si chiama giovinezza ed è dal 14° anno, o dal 21° fino al 40° o al 45° anno.

E tra le professioni indica quelle che riguardano la legge e il giudicare con giustizia e onestà. E deve essere guardato quando due parti discutono o litigano tra di loro nonché per valutare la pace tra di loro e per mandare la concordia in mezzo a loro e per lottare sempre nelle cose buone.

E significa abbondanza di sostanze. (…). E significa l’anima, la vita, la felicità, la religione e la verità, la pazienza e ogni buon precetto, bello e prezioso, e tutto ciò che riguarda l’onestà. E significa l’abbondanza dell’amore sensuale.

E delle infermità significa tutto ciò che proviene dal sangue che è stato accresciuto (ovvero le malattie che accrescono anche a causa dell’afflusso e del nutrimento sanguigno) (…).

Ed è il pianeta della saggezza, dell’intelletto e i di chi fa uso del bene. Se Giove fosse ben disposto, e fosse orientale, e in un angolo, il nativo sarà di buone qualità, benigno, giusto, onorerà gli anziani e sarà un consigliere chiaro, uno che aiuta gli indigenti, di buona reputazione, uno che ama i suoi amici e di buon intelletto. Ma se Giove è sfavorevole, come testimonia Tolomeo, il nativo sarà un ignorante che agisce beneficamente, esperto in operazioni diaboliche. Sarà desideroso ipocrisia. Si aggirerà nei luoghi di orazione bighellonando liberamente come un solitario, sia nelle cripte e nei luoghi cavernosi, sia nelle grotte e in quell’occasione predirà il futuro. Non amerà nessuno e non avrà amici. Aborrirà i bambini e fuggirà dalle conversazioni umane, né vorrà essere onorato da nessuno. Sarà un infedele, non potrà confidare a nessuno di se stesso e sarà malvagio, debole, poco saggio, laborioso e di giudizio depravato.

La sua orbita è di 9 gradi.

Se Giove è unito a Saturno, significa la scienza della negromanzia, l’arte magica, gli incantesimi, gli esorcismi e simili arti.

Se invece Marte è unito a lui (Giove), significa la scienza della medicina e soprattutto della chirurgia.

Ma se il Sole è unito a lui, significa la scienza delle sétte, e la prudenza nelle contese e nelle dispute, e saprà difendere la giusta fede, e combattere contro gli eretici della fede o delle arti, e non permetterà che si giunga a una conclusione falsa, e in ogni cosa sarà un bravo e ordinato dibattitore, e non sarà garrulo.

E se Venere è unita a lui significa la composizione dei suoni e altre scienze deliziose. Infatti il nativo sarà un citarista, un suonatore di tromba e sapiente negli strumenti musicali.

Se invece Mercurio è unito a lui, significa la scienza dell’aritmetica e tutto ciò che riguarda il numero e la scienza della scrittura (sarà) al di sopra di tutti gli altri scribi, se desidera studiare in essa; e la filosofia, per esempio l’astronomia, e tutte le altre scienze del quadrivium gli apparterranno.

Tuttavia, se la Luna è unita a lui, significa la scienza della disposizione delle acque e la (scienza della) misura di esse e delle terre e delle cose che nuotano e le produzioni dei fiumi e simili.

E per quanto riguarda la qualità dell’anima, indica la larghezza (probabilmente intesa come “spessore d’animo”, generosità d’animo), la modestia e la giustizia. E indica anche la pluralità e l’ipocrisia.

Quando è il significatore della natura delle opere ed è in relazione alla Luna significa chi desidera stare in una e in un’altra cosa diversa, ma non servirà bene nessuna delle due cose, anche se le sue intenzioni non saranno malvagie (potremmo semplificare dicendo che significa la superficialità).

Camcaph e Guellius hanno detto che Giove indica il fegato, lo stomaco, l’orecchio sinistro, le braccia e il ventre, cioè l’ombelico in basso e le parti inferiori del corpo dove hanno sede i peli pubici, indica anche gli intestini. E dei colori: cenerino, il verde e quelli simili. Dei sapori significa il gusto dolce.

TUTTI GLI ALTRI PIANETI, CLICCA QUI

/ 5
Grazie per aver votato!

Saturno

Guido Bonatti: la descrizione di Saturno e delle sue più importanti figure celesti, secondo il trattatista più celebre e importante nel panorama dell’Astrologia Medievale. La traduzione in italiano è curata da questo sito e proviene dalla traduzione in inglese di Robert Zoller presente nel suo Corso di Astrologia Medievale (Lesson Seven – Planets). Eventuali (…) indicano brevi passaggi omessi per rendere il testo più sintetico.

Alchabitius ha detto che Saturno è un pianeta maschile, diurno e che produce eccessiva freddezza e che è il significatore dei padri e degli antenati e di tutti gli antenati che sono significati dalla quarta casa, ma questo è piuttosto per caso (per accidentalità) che per natura. Per natura (come significatore naturale) significa dunque la persona o il corpo del nativo perché la prima cosa che accade a un uomo è quella di essere la persona che gli è data essere (intende dire che il corpo è la prima cosa con cui un individuo si relaziona).

E Saturno è nel primo cerchio dei pianeti ed è il primo pianeta nell’ordine di essi, è anche il primo che esercita la sua operazione nel concepimento dopo la caduta del seme nel grembo materno, contraendo e unendo quella materia da cui si forma la cosa concepita (il feto). (…)

Ma Alchabitius e tutti gli altri che dicevano che Saturno è il significatore dei padri e delle cose antiche e pesanti, consideravano il suo moto lento e pesante, ovvero pianeta ponderoso e per questo lo ponevano come significatore dei genitori anziani e delle cose antiche e pesanti e non senza una causa appropriata.

Ma se Saturno fosse il significatore della natività di qualcuno e se fosse orientale (rispetto al Sole) e se la natività fosse diurna, il nativo non raggiungerà il completamento della sua vita naturale, sebbene possa raggiungere l’inizio della vecchiaia, che è dai 60 anni in poi, a meno che qualcosa contro natura non lo impedisca, così come sappiamo che la maggior parte dell’umanità muore prima del tempo stabilito, come per la spada, il fuoco, una caduta, un edificio che gli cade addosso, l’annegamento e per molte altre cause che non rientrano nella considerazione della natura, né nella sua intenzione (pare che Bonatti intenda dire che l’Astrologia può predire una “morte naturale” e non una morte causata da fatti non naturali…).

Se invece fosse orientale e la natività fosse notturna, significa che la vita del nativo si protrarrà fino alla fine della vecchiaia, a meno che le cose suddette non lo impediscano, come ho detto, e la questione è discussa più avanti nel trattato sulle natività.

Ed egli (Alchabitius) disse che significa tutto ciò che è pesante, freddo, eccessivamente secco. E tra gli umori indica la malinconia. E significa malinconia del corpo, con l’aggiunta di flegma e con la pesantezza del corpo del nativo in modo che l’andatura non sarà facile né il camminare sarà facile né imparerà a nuotare o a fare quelle cose che mostrano la leggerezza del corpo e sarà fetido e maleodorante, come se fosse l’odore di una capra fetida; e rende gli uomini che molto mangiano.

E se una persona Saturnina (la cui nascita è inclinata verso una natura Saturno) comincia ad amare qualcuno, cosa che accade raramente, lo amerà con vero amore. E se comincia a odiare qualcuno, cosa che accade di frequente, lo odierà con un odio supremo e non desisterà mai da quell’odio. E Albuaz disse che se fosse benefico (Saturno benefico, per esempio in una nascita diurna posizionato in modo adeguato) significa profondità di scienza e di buoni e profondi consigli (…).

E nei mestieri significa cose antiche e laboriose, cose pesanti e preziose, mestieri acquatici o quelle cose che si fanno vicino alle acque, come mulini, ponti, navi e simili, nonché le produzioni delle acque e la coltivazione della terra, per esempio la coltivazione di campi, piantagioni di alberi, costruzioni di case e specialmente di case religiose (e) l’indossare abiti neri, specialmente quando fortunato e buono.

Ma se fosse sfortunato e malvagio (ovvero Saturno per esempio in una nascita notturna e posizionato in modo molto deleterio e difficile), significa cose antiche e vili, come le ligonizzazioni (in latino ligonisationes di cui non ho trovato tuttavia un significato chiaro), come anche gli scavi di buche in luoghi fetidi, il trasporto di pietre e cemento sul collo (trasportare materiale di lavoro sollecitando la fatica del corpo), specialmente per le mura sotterranee, o di città che si trovano vicino a fosse, nonché la fabbricazione di molte delle cose con cui si fanno i mattoni e simili.

E molti di loro (persone della natura di Saturno) vivono nel lavoro, negli stenti e nella povertà e mangiano cibi cattivi e fetidi. E Alchabitius disse che esso (Saturno) indica marinai vili. Ma se fosse buono significherebbe marinai grandi e ricchi, cioè quelli che si arricchiscono con la navigazione, nonché dotati di vero affetto espansivo e paziente.

E se Saturno fosse di natura malefica il nativo sarà indiscreto, triste, infelice, caratterizzato da sospettosità maligna, studioso nel sospettare ogni male e nell’agitare gli uomini con mormorii e istigazioni maligne. E se fosse invece buono significherebbe cose antiche e durature, come le eredità che arrivano soprattutto dai morti e le proprietà che sono state acquisite attraverso azioni lecite piuttosto che illecite.

E tra le infermità indica l’epilessia o la malattia da caduta. Significa malattie flemmatiche e malinconiche e malattie indurite, durature, terrose e compatte. E indica soprattutto le malattie incurabili (…). E significa che queste malattie accadranno al nativo quando Saturno è il significatore dei malanni. (…).

E significa lunghe e faticose peregrinazioni e difficilmente il viaggio sarà buono quando è significatore di un viaggio, allora il cammino sarà faticoso e duro e per così dire intollerabile e significa lunga e dura prigionia.

(…) E significa il peso del corpo e la lentezza e il lavoro e l’afflizione della mente e i cattivi pensieri e la sostanza dei morti che rimane dopo di loro e i loro padri e nonni e fratelli più anziani del nativo, e gli schiavi e gli eunuchi e le persone vili.

E se Saturno fosse l’unico significatore nella natività, perché nessun altro è connesso con lui, l’ufficio naturale del nativo sarà quello di lavorare le pelli e di ricavarne oggetti.

Ma se Giove è unito a Saturno, significa i lavori di cancelleria in cui si scrivono i libri delle chiese e i discorsi sacri che trattano della divinità e quelli in cui si scrivono i discorsi riguardanti le questioni superiori e celesti, come ad esempio i giudizi sugli astri, sia teorici che pratici, e su tutte le arti sottili, i giudizi sulle leggi e simili.

E se Marte è unito a lui, significa il lavoro del cuoio con cui si fanno i sandali.

E se il Sole è unito a lui, significa il lavoro del cuoio e delle pelli raccolte allo stesso tempo e trasformate in quelle cose che saranno, come abiti di cuoio, scarpe e simili.

E se Venere è congiunta a lui, significa il lavoro dei pellettieri da cui si ricavano tamburi, cimbali e tutti gli strumenti che producono suoni piacevoli e divertenti.

E se Mercurio è congiunto a lui, significa il lavoro dei pellettieri, cioè dei fabbricanti di pergamene, sulle quali sono incisi gli scritti che riguardano la memoria duratura, ovvero i testamenti, le polizze di vendita e di acquisto e simili e le pergamene sulle quali sono scritti i calcoli delle spese che avvengono nei tribunali dei magnati e dei ricchi e di altri che vogliono avere un resoconto delle loro spese e (quelle pergamene) sulle quali sono scritti i conti dei mercanti e dei venditori e simili.

E se la Luna è unita a lui, significa il lavoro o la preparazione di pelli che vestono pelli di animali selvatici o di animali domestici morti e simili.

Quindi, se il nativo desidera lavorare come pellettiere, giudica per lui in base alla combinazione di Saturno con uno degli altri pianeti e in base a questo modo fallo introdurre nella professione di pellettiere più adeguata.

E tra le sétte religiose significa quella giudaica, quella dell’Antico Testamento nonché ogni confessione che proclama il monoteismo. E se Saturno fosse malvagio significa una fede nell’unità dell’eresia. E Messahalla, che era uno degli astrologi più esperti, disse che in questa scienza Saturno è estremamente importante, perché significa la fede ebraica, che è dei tempi più antichi e non si trova nessuna legge positiva più antica di essa e tutte le altre leggi e tutte le sette la confessano e non confessa nessun’altra legge, né alcuna setta, ma tutti gli altri pianeti sono uniti a Saturno e lui a nessuno di essi.

E significa le vesti nere e coloro che naturalmente usano abiti neri sia religiosi o claustrali che altri. Tra i metalli, indica il ferro (e) il piombo. E Albubetri disse che indica le orecchie interne, la milza e lo stomaco. Dei colori ha il nero. Dei sapori lo stiptico e l’acido. Dei giorni il sabato e di notte quello che precede il giorno di Mercurio.

La quantità (o misura) del suo orbe è di 9 gradi. La sua forza nelle regioni del cerchio è nelle parti settentrionali. E Messahalla disse che, per quanto riguarda le figure degli uomini, Saturno indica un uomo tra il nero e il giallo, un uomo ponderoso che quando cammina rivolge gli occhi verso terra. Quando cammina si lega i piedi e li tiene storti, ha occhi piccoli, pelle secca, è nervoso e ha una barba rada sulle guance, le sue labbra sono spesse, è astuto, ingegnoso, seduttore, assassino e soprattutto segreto.

Doroteo disse che (Saturno) indica un uomo con un corpo estremamente peloso e con sopracciglia che si uniscono. Governa la parte della forza e della stabilità. E indica le occasioni di terre e di eredità e coloro che sovrintendono ai lavori e (governa) l’audacia e il lavoro e i talenti e le cause della morte.

E Adila disse che Saturno conferisce all’uomo un’essere scuro e privo di barba, sboccato, che lavora spesso sull’acqua, grave (pesante), lento, che non ride mai o quasi mai, e che gli uomini che ha come sudditi, per intenderci, di cui è il significatore, soffrono spesso di fessure (lesioni) nei talloni (…), rende l’uomo di colore grigiastro e talvolta rende il petto aspro e non curato, con peli sottili, comanda che indossino abiti sgarbati, o meglio ancora neri (…).

Pertanto, quando vuoi giudicare qualcosa che riguarda qualche saturniano, sia nella sua natività che nella sua domanda, considera quanto sopra e giudica in base ad esso. (Bonatti fa una descrizione sulle qualità del moto di Saturno, come pianeta, poi dice che le qualità del suo moto ovviamente intende dire del suo epiciclo porta a dire che…) Saturno (è signore) della discordia e della contrarietà, della ribellione e dell’inimicizia, da cui provengono malizia e odio; Saturno è più vicino a questa contrarietà e quindi significa questo più degli altri che sono più lontani da questa contrarietà.

TUTTI GLI ALTRI PIANETI, CLICCA QUI

/ 5
Grazie per aver votato!