FONTI TRADIZIONI RICERCA

Tag: significati

Vettio Valente e i significati naturali dei 7 pianeti. Segnalazione opera.

Seguendo la traduzione di Antologie di Vettio Valente (testo “The anthology – Vettius Valens, Chris Brennan, Mark T. Riley link per l’acquisto qui), nei primi capitoli dell’opera troviamo una trattazione sui significati naturali dei sette pianeti. Prima di riportare questi significati, partiamo dal presupposto che per “significatori” si intende quei pianeti che assumono un riferimento significativo circa una natura specifica che può riguardare l’individuo, le sue attività di qualsiasi genere, ma anche in riferimento a nature connesse ad ambienti ed ecosistemi esterni. Significatore è il termine usato dalla tradizione astrologica, paragonabile al concetto di Archetipo o meglio Immagine archetipica che usa la tradizione moderna quando associa ai pianeti, per esempio, una serie di “richiami” e di cosignificanze.

Come vengono usati i significatori per esempio nell’astrologia genetliaca? Ogni pianeta è all’interno di un tema di nascita “un attore” ovvero rappresenterà in modo naturale un significato, “una maschera”, un certo ruolo naturale; in un certo senso i pianeti personificano le varie nature fisiche della nostra vita individuale, per esempio come vedremo più avanti la Luna significa “i viaggi e il viaggiare”, in un certo senso ogni qual volta noi intraprendiamo un viaggio o uno spostamento, la Luna del nostro tema di nascita avrà il ruolo naturale sulla qualità dei nostri spostamenti, e tali qualità dipenderanno dal tema di nascita e dalle sue elaborazioni annuali per direzione, profezione, rivoluzione.

I significati che seguono sono una derivazione delle indicazioni di Vettio Valente, dove ho estrapolato quelli più curiosi e interessanti.

LA LUNA è il corpo celeste più vicino a noi, è associata al corpo fisico quindi all’incarnazione fisica vera e propria, è quello che stiamo facendo qui ed ora, è quello che accade sulla terra, rappresenta tutti i corpi fisici che vivono realtà fisiche terrene. La Luna è significatrice della padrona di casa ma anche della Regina (il Sole del Re), la Luna è associata da Vettio Valente ai viaggi e agli spostamenti perché il suo moto è veloce ed emula il più possibile i movimenti delle persone di tutti i giorni. La Luna è associata alla madre, alla nutrice, alla sorella maggiore, ma Valente associa alla Luna anche i significati generali del “genere femminile”.

IL SOLE è di conseguenza significatore del “genere maschile”, ma anche della mente ovvero dell’intelligenza attiva e reattiva, dell’autorità, regalità, del dominio ovvero della capacità di dominare o di agire sulle cose, dunque è il padre, il maestro, tutte le personalità dotate di una certa notorietà sociale (oggi potremmo chiamarle come vip), è associato alla celebrità, e alla fama.

Vettio Valente associa anche significati naturali ai pianeti relativi alle parti del corpo. Tali indicazioni sono numerose e dipendono da molte variabili, mi limito giusto a indicare i significati della Luna e del Sole in associazione al corpo umano, per ben comprendere il processo deduttivo che la tradizione svolge nei confronti delle stelle visibili: Luna e Sole in qualità di luminari ovvero astri più luminosi che governano il giorno e la notte, la notte e il giorno, sono naturalmente associati all’occhio sinistro (Luna) e all’occhio destro (Sole).

MERCURIO è trattato da Vettio Valente in modo molto articolato, sono numerose le cose che vengono associate a questo astro. Interessante il riferimento di Vettio Valente alle “cose che sono in aria” ovvero tutto ciò che galleggia, vola (?), che è sospeso, quindi Mercurio presiede alla contestazione delle cose, a ciò che è indeciso, ovvero tutto ciò che è oggetto di disputa o contestazione è associato a Mercurio in contrapposizione a Giove che invece rappresenta ciò che non è contestato o disputabile ma giusto e buono, in effetti noto che nella letteratura astrologica spesso Mercurio viene indicato come antagonista di Giove. Dice Vettio Valente che Mercurio provoca tutte le irregolarità in relazione alle nostre fortune, dunque genera le distrazioni. Concetti come disattenzione, sventatezza, negligenza, superficialità, ma anche svago e diversivo sono associabili alla natura di Mercurio, il motivo è probabilmente legato al suo comportamento che percepiamo dalla Terra. Mercurio non si allontana mai dal Sole ed è soggetto a frequenti moti retrogradi, tale comportamento diverso da tutti gli altri astri e dotato di frequenze irripetibili porta a dedurre una natura specifica dove l’irregolarità è il comune denominatore.

VENERE ha secondo Vettio la natura di unificare le cose o di riconciliarle, come indica Proclo nel Timeo dove Venere possiede il potere di legare insieme le cose e di armonizzare ciò che è stato separato (da cosa… probabilmente da Marte). Infatti, ciò che è separato è connesso alla natura di Marte (che è associato anche allo strumento medico dei bisturi). Venere significa secondo Valente anche l’amicizia, il matrimonio e le relazioni, Venere genera la musica dunque i musicisti, concede il dono del canto, dei suoni piacevoli, ma indica che genera anche le arti raffinate, la bellezza delle forme, la pittura, il ricamo, e ogni sorta di altra arte che produce armonia o cose belle, od esteticamente gradevoli.

MARTE è dunque visto da Vettio come antagonista di Venere. Significa gli insulti verbali e le urla, l’insolenza e le bugie. Interessante l’associazione che Vettio fa di Marte e “bugie” che banalmente avrei invece associato più a Mercurio: secondo l’autore Marte invece è precursore della corruzione verbale, della disonestà, come anche della rabbia e di ogni sorta di comportamento emotivo che porta ad una lotta senza mezza misura. Non che Mercurio non sia legato alla menzogna in certe condizioni, ma lo è praticamente in modo speciale quando in qualche particolare relazione a Marte.

GIOVE è significatore dell’abbondanza e secondo Valente è precursore dei grandi doni, dei profitti, nonché significatore del sollievo dalle cose cattive, ovvero la liberazione dalle condizioni di schiavitù o prigionia, è libertà, ricchezza, giustizia, alleanza, conoscenza, nonché amicizie con le persone potenti. Ma unitamente a Venere, Vettio conferisce anche a Giove il precursore del desiderio, dell’amore, dell’alleanza armonica, insomma noto come Giove-Venere (i due benefici) posseggono in un certo senso comuni denominatori, o atmosfere abbastanza sovrapponibili anche se in Venere è esaltata la componente più pulsionale del piacere e dell’armonia, in Giove quella più cognitiva e di opportunità. Il fatto che i pianeti possono scambiare tra di loro nature comuni non è così raro da rintracciare nella letteratura astrologica, per esempio Sole e Luna spesso condividono significati comuni, come anche Marte e Saturno, come anche Luna e Mercurio.

SATURNO è il pianeta più lontano, più lento, e quindi più debole rispetto alla percezione ottica che apprezziamo dalla terra, è l’ultimo pianeta che può essere visto a occhio nudo. Dunque, rappresenta per Valente il confine, i limiti esterni, i muri, ciò che non può essere oltrepassato, oppure quei limiti che non si sentono in modo chiaro ma che sperimentiamo sulla nostra pelle e che ci dimostrano un impedimento funzionale (biologico, cognitivo, fisico) difficile da trascendere. La trattazione che Valente fa sui significati di Saturno mi ha fatto pensare all’idea di “limiti naturali” che ognuno di noi possiede nel suo codice genetico, vitale, in netta contrapposizione all’idea di un certo pensiero “positivista e relativista” che tutto è concesso e tutto è possibile per ogni individuo. Per Vettio Valente e per tutta la letteratura astrologica non è invece così: la grande razionalità presente nell’astrologia tradizionale è veramente una manna dal cielo perché ci riporta all’oggettività delle cose. Non tutto ci è concesso, non tutto ci è permesso, e tali limiti sono segnati o decretati da Saturno. Questo non significa essere “sfortunati” ma significa che ognuno di noi ha delle potenzialità specifiche in accordo alla propria natura, semmai la sfida per ognuno di noi è valorizzare i potenziali a cui possiamo accedere dando il meglio di noi o traendo da essi i migliori utili possibili. Vettio associa la depressione a Saturno, come anche i sentimenti di isolamento, o ai sentimenti cupi, o infelici, Saturno è anche tutto ciò che appare squallido, sporco, miserabile, oscuro. Come per Marte, anche Saturno è associato secondo Valente all’inganno o più precisamente a coloro che nascondono o sanno nascondere i loro inganni, coloro che sono falsi, o che falsificano un loro aspetto. Valente farà successivamente all’introduzione delle nature dei pianeti un approfondimento sul modo di indirizzare la loro interpretazione. Quindi Saturno (come Marte) sono malefici e nella descrizione generale l’autore non può fare altro che sottolineare i loro lati malefici. Tuttavia, è precisato più avanti che quando Saturno è ben posizionato (ciò significa quando rispetta la sua setta, il segno, il quadrante, insomma quando ha numerose dignità accidentali ed essenziali) genera le persone eminenti, che diventano figure di autorità, o amministratori, e tali prestigi si estenderanno ai figli e agli eredi; ma quando Saturno non è dignificato allora significherà le cose più oscure. Questo, per concludere, ci fa capire bene che la natura benefica o malefica degli astri è strettamente legata alle qualità specifiche, per esempio, di Venere Giove o di Marte Saturno all’interno di una genitura perché più condizioni di dignità assicurano benefici, ma più condizioni di debilità assicureranno invece corruzione dell’animo, della mente e delle opere individuali.

RIFERIMENTI
“The anthology – Vettius Valens, Chris Brennan, Mark T. Riley link per l’acquisto qui)

/ 5
Grazie per aver votato!

I volti delle eclissi: secondo William Lilly

Nel 1652, William Lilly e Nicholas Culpeper erano due dei tanti “astrologi giudiziari” che stavano facendo previsioni su una imminente eclissi solare. Ciascuno propose un proprio almanacco. In particolare William Lilly pubblicò ANNUS TENEBROSUS o THE DARK YEAR dove approfondì le imminenti eclissi, arricchendo i suoi discorsi con tecnicismi e specifiche varie. Unitamente ad ANNUS TENEBROSUS, Lilly pubblicò un opuscolo intitolato “UN METODO FACILE E FAMIGLIARE DI WILLIAM LILLY PER GIUDICARE GLI EFFETTI DELLE ECLISSI” dove sostanzialmente ha descritto per ogni eclissi una immagine specifica, legata al suo “volto” o decano. La descrizione di queste immagini sono da intendersi come “allegoriche”, intendono cioè descrivere una certa natura del decano, relazionato al fenomeno di eclissi. Per lo più le immagini indicate da Lilly sono infauste, perché in genere l’eclissi era un fenomeno considerato negativo: la congiunzione dei luminari, come anche la loro quadratura ed opposizione, sono stati da sempre indicati come giorni critici dalla letteratura astrologica. Se poi l’incontro dei luminari avviene con un fenomeno di ecclissi (ovvero di occultazione della luce e sua alterazione) allora le indicazioni erano quasi sempre infauste. Tuttavia a volte, ed è lo stesso Lilly a dirlo in Annus Tenebrosus, le eclissi non sempre sono negative, non basta quindi giudicare il fenomeno in sé preso in assoluto, ma bisogna anche capire chi domina sull’evento, la sua diposizione, cosa sorge all’orizzonte, a quale angolo l’eclissi è relazionata, e come i benefici e i malefici agiscono sul fenomeno. A volte quindi una eclissi, con disposizione degli altri astri e del dominus favorevole e benigna, poteva anche indicare una fase di rinnovamento, di cambiamenti positivi, anche di fine di certi tumulti o certe pestilenze.

Un passaggio che ho trovato molto interessante in Annus Tenebrosus è certamente quello relativa all’Asterismo o alle Costellazioni delle Stelle relazionate alle Eclissi. Lilly scrive nel suo manoscritto che è necessario considerare durante una eclissi anche l’asterismo e le stelle fisse sullo sfondo, e la costellazione che vi è dietro il fenomeno di eclissi, e cita questo aforisma: significantia eclipsis decreta sunt ejus, quae proprius cardines; considera etiam naturam stellarum simul consistentium, tum erraticarum, tum fixarum, ac eti∣am simulacra coorientia, & secundum haec pronuntia; Ptol. Afo. 96. Quindi non solo è da giudicarsi la posizione delle eclissi rispetto agli angoli, ma anche la natura delle stelle fisse dietro l’eclissi, come anche i pianeti vicino al fenomeno, e l’immagine e la forma di quella costellazione che sorge col segno in cui si trova con le eclissi. Dice Lilly che con Tolomeo concorda un altro autore anonimo che dice: Ne obliviscaris imaginum stellarum fixarum, in quibus accident Eclipses vel connectiones magnae: quia secundum has accidunt notabiles effectus.

Quindi William Lilly afferma ed esorta quanto segue:

Non dimenticate le immagini delle Stelle fisse, in cui accadono le Eclissi o le grandi Congiunzioni; perché secondo questi (Tolomeo e l’altro autore anonimo che riporta) accadono effetti notevoli; insieme a questi, considera quali Stelle fisse culminano o sorgono al tempo delle eclissi nel loro massimo oscuramento.

-ANNUS TENEBROSUS-

Unitamente ad ANNUS TENEBROSUS, William Lilly crea un opuscolo che oggi potremmo definire di intrattenimento, rivolto quindi ai non addetti ai lavori. Ovvero indica per ogni volto e quindi decano di un segno, cosa una eclisse che avviene in esso potrà significare. William Lilly sa bene che queste immagini e indicazioni sono generali, ma allo stesso tempo produce comunque qualcosa di commerciale, perché siamo in tempi in cui l’Astrologia stessa è in una fase di semplificazione e sempre più gli Astrologi capiscono l’importanza di divulgare una astrologia alla portata di tutti e non di pochi. Poco dopo la morte di Lilly l’astrologia definitivamente va  in declino, oggi siamo in un nuovo risorgimento dell’Astrologia e stiamo valorizzando le fonti che ci hanno preceduto con sempre più attenzione e coinvolgimento.

Seguono le indicazioni di William Lilly che provengono dall’opuscolo “William Lilly – An easie and familiar method whereby to judge the effects depending on eclipse” pubblicato nel 1652

 

ECLISSI IN ARIETE

ECLISSI SOLARE
• NEL PRIMO VOLTO DEL SEGNO NATURA MARTE – Frequenti movimenti militari, voci di guerra, continue spedizioni militari, assalti, guerre con tumulti, controversie, intemperanza dell’aria, aridità.
• NEL SECONDO VOLTO DEL SEGNO NATURA SOLE – Un Re, un Principe, un personaggio eminente e importante sarà imprigionato o la sua libertà sarà vincolata e ridotta, pericolo per la sua vita, distruzione degli alberi da frutto, marciume o putrefazione dei frutti della terra, l’uomo e la bestia saranno afflitti.
• NEL TERZO VOLTO DEL SEGNO NATURA VENERE – Generazione di lamenti, guai, lutti, sulla maggior parte degli uomini, la morte di una donna nobile o importante, distruzione o problemi sugli animali del fattore come su pecore, capre, lepri.

ECLISSI LUNARE
• NEL PRIMO VOLTO DEL SEGNO NATURA MARTE – Indica molte e frequenti febbri, case incendiate, cose distrutte o abbattute, siccità dell’aria, appariranno molti bruchi o parassiti distruttivi.
• NEL SECONDO VOLTO DEL SEGNO NATURA SOLE – pestilenza, le malattie procederanno con fatalità, pochi gli ammalati che recupereranno.
• NEL TERZO VOLTO DEL SEGNO NATURA VENERE – numerosi aborti, problemi, pericoli nelle donne, la morte di grandi dame.

ECLISSI IN TORO

ECLISSI SOLARE
• NEL PRIMO VOLTO DEL SEGNO NATURA MERCURIO – Afflizioni per i negoziatori, i procuratori della legge, agenti, impiegati negli affari degli uomini, o nel pubblico esercizio, affari intrapresi che non portano a nulla, dannoso per il grano.
• NEL SECONDO VOLTO DEL SEGNO NATURA LUNA – Numerose difficoltà ai viaggiatori, e a coloro che desiderano figli porta al rischio di aborti, nascite innaturali ovvero mostruose.
• NEL TERZO VOLTO DEL SEGNO DELLA NATURA SATURNO – Peste, carestia, mortalità tra gli animali utili agli uomini.

ECLISSI LUNARE
• NEL PRIMO VOLTO DEL SEGNO NATURA MERCURIO – Il bestiame domestico è tormentato da diverse malattie insolite, danno per il grano.
• NEL SECONDO VOLTO DEL SEGNO NATURA LUNA – La morte di una Regina, la morte o la corruzione dei semi usati per i nuovi raccolti, sterilità della terra.
• NEL TERZO VOLTO DELSEGNO NATURA SATURNO – Piaga da animali striscianti, ma anche dai topi, e da tutti quei parassiti che divorano il grano del contadino.

ECLISSI IN GEMELLI

ECLISSI DI SOLE
• NEL PRIMO VOLTO DEL SEGNO NATURA GIOVE – Causa dissensi, lotte, sedizioni tra i Sacerdoti del culto, come anche nei mercanti di ogni ordine. Odio mortale, disprezzo della legge, negligenza e inadempienza dell’ufficio della pietà e dei santi doveri, violazione dei patti.
• NEL SECONDO VOLTO DEL SEGNO NATURA MARTE – Pirateria in mare, omicidio, molte cose infruttuose, molte turbolenti richieste del popolo ai propri governanti.
• NEL TERZO VOLTO DEL SEGNO NATURA SOLE – La morte di qualche Re o di un grande e importante personaggio, perdite varie nel pubblico e nelle attività dello Stato, molte decisioni prive di uno scopo e di successo negli affari civili del Commonwealth (o in generale di uno Stato), molte consultazioni politiche e sociali che non portano a nulla, tante chiacchiere e nessuna azione vera, chi comanda degli ordini chi deve eseguirli non li considera.

ECLISSI DI LUNA
• NEL PRIMO VOLTO DEL SEGNO NATURA GIOVE – Minaccia per incursioni e per rapine, attività fraudolente, petizioni violente, intensa attività degli scribi.
• NEL SECONDO VOLTO DEL SEGNO NATURA MARTE – Improvviso moto degli eserciti, sia per gli affari privati che pubblici, i giudici saranno irreprensibili nell’applicazione della Legge.
• NEL TERZO VOLTO DEL SEGNO NATURA SOLE – La morte di un uomo famoso, uno studioso, un avvocato o un uomo divino (un idolo per le società).

ECLISSI IN CANCRO

ECLISSI DI SOLE
• NEL PRIMO VOLTO DEL SEGNO NATURA VENERE – Disturba l’aria e suscita tempo insolito e una sua varietà, inclina l’uomo alle armi e a violare le supremazie nazionali, situazioni ingannevoli da pseudoreligioni.
• NEL SECONDO VOLTO DEL SEGNO NATURA MERCURIO – Prosciuga fiumi e fontane, agisce nell’irascibilità degli uomini e delle donne, come uno che con astuzia spinge un altro a rinunciare al suo posto per avvantaggiarsene.
• NEL TERZO VOLTO DEL SEGNO NATURA LUNA – Causa un morbo nell’uomo di quel paese soggetto al fenomeno, molte le malattie, le sedizioni ma anche le insurrezioni del popolo, afflizione dei ceti più poveri, malattie malevole che porta consunzione del corpo.

ECLISSI DI LUNA
• NEL PRIMO VOLTO DEL SEGNO NATURA VENERE – Le menti dell’uomo sono eccitate e stimolate verso azioni di guerra, di tradimento o di apostasia.
• NEL SECONDO VOLTO DEL SEGNO NATURA MERCURIO – Riscossioni (delle tasse) severe, amare, acute, tumulti volgari (ovvero tumulti spinti da atteggiamenti superficiali e brutali), molto male nelle cose legate al mare.
• NEL TERZO VOLTO DEL SEGNO NATURA LUNA – Malattie nelle donne, molte morti improvvise, miserabili e inaspettate, nascite ignobili (scandalose).

ECLISSI IN LEONE

ECLISSI DI SOLE
• NEL PRIMO VOLTO DEL SEGNO NATURA SATURNO – Genera la morte di un principe, scarsità di grano, se il Re scampala morte, non eviterà tuttavia una serie di sventure e la perdita dei suoi beni.
• NEL SECONDO VOLTO DEL SEGNO NATURA GIOVE – Molte tribolazioni e tanti danni, Re e persone importanti avranno a che fare con i magistrati.
• NEL TERZO VOLTO DEL SEGNO NATURA MARTE – Prevale la cattiveria, l’assedio delle città, i saccheggi, la profanazione de luoghi sacri, la scarsità di cavalli (quindi di mezzi di trasporto).

ECLISSI DI LUNA
• NEL PRIMO VOLTO DEL SEGNO NATURA SATURNO – Una infermità si abbatterà su di un grande Re o principe, la morte di una persona nota.
• NEL SECONDO VOLTO DEL SEGNO NATURA GIOVE – Un viaggio dovrà essere compiuto da un Re, mutazione e sventure negli affari mondani.
• NEL TERZO VOLTO DEL SEGNO NATURA MARTE – Amplifica ed eccita il popolo e l’anima, in modo tale che corrano dietro cose nuove, desiderando leggi inedite e rinnovamento di chi li deve governare.

ECLISSI IN VERGINE

ECLISSI DI SOLE
• NEL PRIMO VOLTO DEL SEGNO NATURA SOLE – Morte deplorevole e pietosa di un personaggio noto, rovina generale e massacro di uomini, scarsità di grano e scarsità di ogni sostentamento utile all’uomo.
• NEL SECODNO VOLTO DEL SEGNO NATURA VENERE – Carestia, pestilenza, sedizione, uomini fragili, grande siccità, nessun raccolto esisto abbondante.
• NEL TERZO VOLTO DEL SEGNO NATURA MERCURIO – Sorte difficile per i poeti, pittori e per tutti i mercuriali, produce omicidi, esilio.

ECLISSI DI LUNA
• NEL PRIMO VOLTO DEL SEGNO NATURA SOLE – Malattia del Re o di un personaggio importante, discordie e dissensi tra gli uomini.
• NEL SECONDO VOLTO DEL SEGNO NATURA VENERE – Distruzione e calamità, specialmente contro consiglieri, avvocati, segretari e simili, a causa della loro corruzione e oppressione.
• NEL TERZO VOLTO DEL SEGNO NATURA MERCURIO – Affligge l’umanità con molte malattie, scarseggia il pane e ogni sorta di grano.

ECLISSI IN BILANCIA
ECLLISSI DI SOLE
• NEL PRIMO VOLTO DEL SEGNO NATURA LUNA – L’aria sarà corrotta, genera pestilenze, inclina i più giovani ad atteggiamenti superficiali, restringe le risorse, i viveri, causa inflazione dei prezzi.
• NEL SECONDO VOLTO DEL SEGNO NATURA SATURNO – Indica la morte di un personaggio eminente, causa la violazione dei costumi e fomenta la sedizione, e genera carestia.
• NEL TERZO VOLTO DEL SEGNO NATURA GIOVE – Controversie tra persone che contano, grande detrimento dei beni e dei possedimenti dei ceti più ricchi, prodigalità.

ECLISSI DI LUNA
• NEL PRIMO VOLTO DEL SEGNO NATURA LUNA – Grandine, tempesta, maltempo, vento turbolento, tempeste violente e molto dannose.
• NEL SECONDO VOLTO DEL SEGNO NATURA SATURNO – Corruzione negli informatori e simili, persone che indugiano nei cavilli e nelle sciocchezze, cose disonorevoli in genere.
• NEL TERZO VOLTO DEL SEGNO NATURA GIOVE – Alcune persone eminenti e note moriranno, religiosi si inalberano e sollevano sedizioni contro i Tribunali dei Principi.

ECLISSI IN SCORPIONE

ECLISSI DI SOLE
• NEL PRIMO VOLTO DEL SEGNO NATURA MARTE – Causa e suscita tumulti bellicosi, omicidi, dissensi, prigionieri, ama generare pratiche subdole e complotti, come anche i tradimenti.
• NEL SECONDO VOLTO DEL SEGNO NATURA SOLE – Distruzione nei confronti di un Re o di una persona di valore, la sua mente è contraria agli eserciti e alle guerre.
• NEL TERZO VOLTO DEL SEGNO NATURA VENERE – Ascende un Tiranno, e l’oziosità e la pigrizia dell’ex-Re (di chi sarà quindi destituito dal Tiranno) è odiata dagli uomini (dai sudditi), a volte indica grande antipatia nei confronti del re o di chi governa.

ECLISSI DI LUNA
• NEL PRIMO VOLTO DEL SEGNO NATURA MARTE – Terribili tuoni, fulmini spaventosi, la terra a volte tremerà, abbondanza di creature distruttive nelle acque.
• NEL SECONDO VOLTO DEL SEGNO NATURA SOLE – I timori affliggono l’uomo, la siccità distrugge gli alberi (di ulivo) e infetta l’aria.
• NELT ERZO VOLTO DEL SEGNO NATURA VENERE – Molte sedizioni, omicidi, e ogni cosa miserabile ha successo, l’umanità è oppressa dall’abbondanza di malattie odiose.

ECLISSI IN SAGITTARIO

ECLISSI DI SOLE
• NEL PRIMO VOLTO DEL SEGNO NATURA MERCURIO – Manifesta fra gli uomini pericolose sedizioni, rende le menti avverse ad ogni sorta di accomodamento o trattato (intenso come accordo): perché ognuno di questi temerà l’inganno dell’altro con cui tratta.
• NEL SECONDO VOLTO DEL SEGNO NATURA LUNA – Fa presagire la morte o la distruzione di quel bestiame che raglia, e bestie di grandi taglie utili all’uomo.
• NEL TERZO VOLTO DEL SEGNO NATURA SATURNO – Assiste in molti modi i cavalli, rispondendo a quegli eserciti che procedono a piedi, le relazioni con la nobiltà procedono con difficoltà.

ECLISSI DI LUNA
• NEL PRIMO VOLTO DEL SEGNO NATURA MERCURIO – Tanti furti e rapine.
• NEL SECONDO VOLTO DEL SEGNO NATURA LUNA – Le malattie imperversano contro cavalli, muli, eccetera, i mari saranno tormentati dai pirati.
• NEL TERZO VOLTO DEL SEGNO NATURA SATURNO – Pestilenza e grandi mali affliggono tutta l’umanità.

ECLISSI IN CAPRICORNO

ECLISSI DI SOLE
• NELPRIMO VOLTO DEL SEGNO NATURA GIOVE – Questioni infelici accompagneranno le gesta dei Grandi uomini che incorreranno in strane casualità, trasferimento del Re, del Principe, o di chi è di rango elevato, la rivolta o la ribellione dei nobili, anche ribellione della gente comune, un magistrato o un uomo di comando a causa della sua oppressione causerà insurrezione.
• NEL SECONDO VOLTO DEL SEGNO NATURA MARTE – Suscita la furia degli animi dei soldati anche contro i loro comandanti, o contro il loro capo o re, rende infruttuosi i loro sforzi, non c’è prosperità negli eventi, è il precursore della scarsità del grano, molti moriranno (di fame) per la sua mancanza.
• NEL TERZO VOLTO DEL SEGNO NATURA SOLE – Movimenti tumultuosi del Re o del Capo, carestia, grande povertà, raccolti attivi, poco fieno ed erbe.

ECLISSI DI LUNA
• NEL PRIMO VOLTO DEL SEGNO NATURA GIOVE – False testimonianze o diffamazioni in genere contro altri uomini, morte prematura di una persona di valore.
• NEL SECONDO VOLTO DEL SEGNO NATURA MARTE – Malattie frequenti nei soldati, incursioni nei paesi vicini, prigionia, saccheggio.
• NEL TERZO VOLTO DEL SEGNO NATURA SOLE – La morte di un Re o di un capo, cospirazioni nel popolo e ammutinamento.

ECLISSI IN ACQUARIO

ECLISSI DI SOLE
• NEL PRIMO VOLTO DEL SEGNO NATURA VENERE – Dolore e lutto per i gentiluomini ma per il ceto contadino è conforto.
• NELSECONDO VOLTO DEL SEGNO NATURA MERCURIO – Furti pubblicamente tollerati, rapine, terremoti, carestia.
• NEL TERZO VOLTO DEL SEGNO NATURA LUNA – La morte del campo per parassiti, grandi inondazioni.

ECLISSI DI LUNA
• NEL PRIMO VOLTO DEL SEGNO NATURA VENERE – Avversione, salute fragile per un Re.
• NEL SECONDO VOLTO DEL SEGNO NATURA MERCURIO – Ostacola il tempo del seme (ovvero della semina).
• NEL TERZO VOLTO DEL SEGNO NATURA LUNA – Cambiamento in tutti gli affari, le precedenti oppressioni diminuiscono.

ECLISSI IN PESCI
ECLISSI DI SOLE
• NEL PRIMO VOLTO DEL SEGNO NATURA SATURNO – Prosciuga fiumi, disgrazia presso le coste del mare e i pesci saranno allontanati dalla riva.
• NEL SECONDO VOLTO DEL SEGNO NATURA GIOVE – La morte di un uomo famoso, eccellente, distruzione e spreco di prodotti dell’industria ittica, terremoto, alcuni grandi uomini di Chiesa saranno interrogati.
• NEL TERZO VOLTO DEL SEGNO NATURA MARTE – Sedizione, crudeltà, amarezza degli spiriti, disumanità nei comportamenti dei soldati, controversie.

ECLISSI DI LUNA
• NEL PRIMO VOLTO DEL SEGNO NATURA SATURNO – Dolore e sofferenze nei sacerdoti, nei dirigenti della Chiesa e nei vescovi.
• NEL SECONDO VOLTO DEL SEGNO NATURA GIOVE – Morte di uomini importanti.
• NEL TERZO VOLTO DEL SEGNO NATURA MARTE – Rapine sia in mare che sulla terra ferma.

 

La traduzione a cura di Francesco Faraoni

Stile della Traduzione “Adattamento”
traduzione con adattamento del testo da una lingua all’altra

Fonte immagini opuscolo Elizabeth DeBold responsabile della  Folger Shakespeare Library

/ 5
Grazie per aver votato!

Il significato delle dodici case e dei loro signori delle triplicità, secondo Ibn Ezra

Ibn Ezra ci offre una descrizione pratica sulle dodici case celesti che in una natività possiamo utilizzare per comprendere le “tracce” o le linee guida generali del nostro destino: i signori delle triplicità delle dodici cuspidi dei dodici luoghi celesti, indicheranno o daranno informazione sulla “natura” di un certo destino (la relativa tabella dei signori delle triplicità la troverete a fine articolo).

La prima casa indica la vita, il corpo la parola, la mente, la fecondità, l’inizio di ogni azione e di ogni pensiero, ha valore in particolare sui primi anni di vita. Il primo signore della triplicità indica la vita, il carattere del neonato, i suoi desideri, e tutto ciò che gli accadrà di buono o cattivo all’inizio della sua vita. Il secondo sovrano della triplicità indica il corpo e la sua forza, e la parte mediana della vita. Il terzo sovrano della triplicità si relaziona agli altri due, e dalla loro relazione avremo informazioni riguardo alla parte finale della vita.

La seconda casa indica denaro, possedimenti, commercio, cibo, i propri assistenti, coloro che obbediscono al proprio comando, i testimoni, le chiavi che danno accesso alle cose, i tesori. Il primo signore della triplicità indica il denaro nei primi anni di vita, il secondo lo indica negli anni centrali, il terzo nella parte finale della vita.

La terza casa indica fratelli, sorelle, parenti, suoceri, la conoscenza delle regole o delle leggi, l’interpretazione dei sogni, la modestia, la capacità di consiglio, la fede, le lettere, i viaggi di breve distanza. Il primo signore della triplicità dà informazioni sui fratelli maggiori, il secondo sui mediani il terzo su quelli più piccoli.

La quarta casa indica il padre, la terra, le case e i campi, le regioni, l’edificazione, o l’edificio stesso, i tesori nascosti e tutte le cose nascoste ma anche la fine di ogni cosa. il primo signore della triplicità indica il padre, il secondo significa la terra nativa, il terzo la fine di tutte le cose.

La quinta casa indica i figli, o i bambini in generale, il gioco d’azzardo, il cibo, le bevande, i vestiti, i piaceri, i doni, gli emissari, i raccolti, i tesori. Il primo signore della triplicità indica i figli e le ricchezze dei propri antenati, il secondo il piacere e cosa piace al nativo, il terzo gli emissari ovvero quelle persone che il nativo usa come “trasmittenti” o mediatori di qualcosa.

La sesta casa indica le malattie croniche, gli schiavi (o sottoposti), i piccoli animali, la prigione, le menzogne, le calunnie. Il primo signore della triplicità dà informazioni sulle malattie e sui difetti generali, il secondo il rapporto tra nativo e i propri sottoposti (ovvero chi deve sottostare a certe regole o richieste del nativo), mentre il terzo signore della triplicità indicherà se quest’ultimi risulteranno utili o dannosi al nativo.

La settima casa indica le donne, i rapporti e le relazioni in generale, le dispute, le guerre, i processi in corso o le questioni legali e amministrative, i ladri, la collaborazione ma anche la lotta. Il primo signore della triplicità indica il rapporto tra nativo e donne (se è un uomo, aggiungo tra nativo e uomini se il nativo è una donna), il secondo signore della triplicità indica le dispute, quindi anche le questioni legali o amministrative, mentre il terzo signore dà informazioni sulla relazione sia col partner (di qualsiasi sesso) sia intensa come relazione di collaborazione, nel bene o nel male.

L’ottava casa indica la qualità della morte, ma anche l’eredità e i prestiti, la separazione, tutto ciò che fa paura al nativo, nonché il suo rapporto con il dolore e la perdita. Il primo signore della triplicità darà informazioni sulla morte del nativo (sulle sue qualità); il secondo su tutto ciò che è primitivo, antico, ancestrale quindi le paure, le cose che inquietano e che hanno una ragione radicata molto profonda, il terzo parlerà delle eredità.

La nona casa parla di viaggi lontani, ma anche di filosofia, religione, rapporto con Dio e la preghiera, gli ambasciatori, i sogni, i giuramenti, la divinazione, le leggi morali e generali, il giudizio sulle cose. Il primo signore della triplicità parlerà specificatamente dei viaggi o delle capacità di astrazione della persona, il secondo della fede quindi del rapporto con la religione e con Dio, il terzo sull’educazione, la conoscenza, la sapienza e l’erudizione.

La decima casa indica la madre, l’autorità governativa quindi chi ha autorità sul nativo anche in ambito professionale ma anche come tutore legale o giudice naturale, la reputazione del nativo e la professione in genere. Il primo signore della triplicità indica la madre del nativo, il secondo indica la propria autorevolezza, il terzo la qualità della professione.

L’undicesima casa indica onore, grazia, buon nome, speranza, amici, compagni, ministri del re quindi per il nativo indicherà anche i propri superiori ma che non rappresentano il capo, i tesorieri ovvero chi deve curare i nostri interessi. Il primo signore della triplicità indicherà i pensieri di speranza del nativo, il secondo gli amici e i compagni, il terzo se questi sono buoni o cattivi con il nativo.

La dodicesima casa parla di dolore, povertà, gelosia, odio, paura, frode, prigione, ogni disgrazia e ogni afflizione, ma anche gli animali che servono per guidare o trainare oggi potremmo dire gli animali utili all’uomo nel suo lavoro o nel suo sostentamento. Il primo signore della triplicità indica il rapporto del nativo con il dolore della vita ovvero con le prove della vita, il secondo la prigione ma anche il rapporto del nativo con i luoghi di isolamento o di eremitaggio, mentre il terzo signore della triplicità darà informazioni sulla natura dei nemici del nativo.

SIGNORI DELLA TRIPLICITA’
dei segni di fuoco Sole (diurno) Giove (notturno) Saturno (cooperante)
dei segni di terra  Venere (d) Luna (n) Marte (c)
dei segni di aria Saturno (d) Mercurio (n) Giove (c)
dei segni di acqua Venere (d) Marte (n) Luna (c)

FONTE
IBN EZRA Reshit Hokhma ovvero THE BEGINNING OF WISDOM nella versione di Meira B Epstein e Robert Hand

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Definizioni del tuo temperamento: linee guida

PREMESSAIl temperamento è un argomento poco sviluppato nell’astrologia di questi tempi nonostante sia il capitolo fondamentale degli approcci naturali. L’argomento lo sto portando avanti con una profonda immersione nelle fonti moderne e antiche, trovando una grande varietà di dati e informazioni che sdoganano certe leggende metropolitane. In tal senso sto realizzando un saggio sull’argomento che presenterà la tecnica medievale per determinare il temperamento, oltre ad una tecnica da me messa appunto – secondo le indicazioni di molti autori antichi  – che hanno lo scopo di verificare il dato temperamentale.

Ma quale utilità ha la determinazione del temperamento?

Solitamente esso era calcolato per lo studio delle discrasie ovvero la predisposizione a certi malesseri. Sono personalmente interessato, invece, allo studio del temperamento come spettro umorale ovvero come natura di un corpo, sue temperature, ovvero suoi modi di reagire e agire nel mondo esterno, interno, di reagire con l’altro e sé stesso. Insomma lo studio dei temperamenti può essere utilizzato nella comprensione della modalità naturale attraverso cui una persona “reagisce” agli stimoli intrinsechi ed estrinsechi della vita. Infatti anche se i temperamenti sono quattro, ogni classe temperamentale presenta diversi spettri espressivi, questo viene indicato da molti autori antichi, ho rinvenuto per il Collerico – ad esempio – ben sette differenti spettri espressivi e alcuni anche molto sorprendenti.

I 4 TEMPERAMENTI
La tecnica astrologica permette di individuare lo spettro principale del temperamento individuale. Qui sarebbe necessario aprire un capitolo lunghissimo che tratterò nel mio saggio; gli autori antichi ci dicono che non esiste un “solo temperamento” in un individuo, ma in tutte le persone si esprimono tutti e 4 i temperamenti intanto per un motivo di fase biologica. Ovvero nella fase infantile siamo tutti flemmatici. In quella adolescenziale siamo tutti sanguigni. Nella fase adulta siamo tutti collerici. Nella fase della vecchiaia siamo tutti malinconici. Quando moriamo, il corpo entra poi in uno stato flemmatico di dissoluzione (fonte Casanova). Questi stadi biologici ci indicano intanto che la vita ha delle modalità espressive, naturali, che rievocano i 4 temperamenti. Poi in base a come siamo nati e quindi alla stagione in cui siamo nati, all’influsso della fase lunare e di tanti altri punti determinanti, avremo un temperamento prevalente.

Se sono collerico significa che nella fase infantile sarò un collerico-flemmatico; in età adolescenziale collerico-sanguigno; in età adulta collerico-collerico; in età della vecchiaia collerico-malinconico.

Ma cosa intende rappresentare il temperamento?
Intende rappresentare il modo biologico attraverso cui reagiamo agli impulsi della vita. Di conseguenza indicherà una “parte” del nostro carattere o personalità, o meglio la modalità e la complessione attraverso cui reagiamo alla vita.

Ma come possiamo studiare i temperamenti?
In questo articolo non vi presento la tecnica di determinazione perché è lunga e molto articolata. Tuttavia una volta che si è determinato il temperamento esso è esplicitato nella specificità dei caratteri astrologici del nativo. Voglio dire, se sono COLLERICO devo verificare che tipologia di collerico sono, perché il collerico può essere un individuo virtuoso, incessante, capace, che arriva ai suoi obiettivi con ambizione, forza, determinazione, coraggio e lealtà, ma può anche essere un tiranno, flagello dell’umanità! E in mezzo a questi due estremi abbiamo altrettante sfumature. Proprio nel mio saggio (in fase di scrittura) sto presentando le diverse sfumature di ogni temperamento che dipenderanno dalla qualità di alcuni punti della nascita.

L’argomento è veramente vasto, riassumendolo brevemente mi sono reso conto intanto che i 4 temperamenti hanno una modalità lunisolare, ovvero i due luminari hanno un significato su di essi. Al temperamento sanguigno e collerico possiamo associare il Sole come significatore naturale. Mentre al temperamento malinconico e flemmatico possiamo associare la Luna come significatore naturale. Ovvero la modalità espressiva degli umori in un sanguigno e in un collerico è una modalità diurna mentre in un flemmatico e in un malinconico è una modalità notturna. Quindi se un individuo ha un temperamento collerico ma la sua nascita è notturna evidenziamo già un contrasto tra temperamento prevalente e natura della nascita. Se un individuo ha un temperamento collerico in una nascita diurna evidenziamo una correlazione armonica tra tipologia emersa e natura della natività. Infatti, determinato il temperamento prevalente, esso va disquisito e studiato nella complessità del grafico di nascita.

 

Nella modalità sanguigna e collerica studieremo in particolare le relazioni del Sole e del suo Almuten e nello specifico Giove e Venere per il sanguigno e Marte per il collerico. Nella modalità malinconica e flemmatica studieremo in particolare le relazioni della Luna e del suo Almuten e nello specifico per il malinconico Saturno e Mercurio, per il flemmatico Venere.

 

DEFINIZIONI DEI TEMPERAMENTI – PRIMA UN ESEMPIO PRATICO
SANGUIGNO Brevemente e in linea generale il sanguigno ha una visione cosmopolita del mondo, è fortemente estroverso e interessato alle cose della vita con una visione poliedrica, sfaccettata, trasgressiva, è estroverso, desideroso di realizzare i propri desideri e lo fa con intensità, gli aspetti negativi del temperamento sono un approccio a volte eccessivamente superficiale alle cose. Avremo alcune sottospecie del sanguigno che dipenderanno dai dispositori di questo temperamento. Osserveremo gli almuten del Sole di Giove e di Venere, quello che acquisirà la maggior forza per essenzialità e accidentalità, indicherà la tipologia del Sanguigno che quindi può avere 7 sottoclassi, facciamo un esempio pratico.

Nel grafico osservate la nascita di Sigmund Freud. Il computo secondo la tecnica medievale ha determinato un temperamento prevalente sanguigno. Ma che sanguigno è? Osserveremo quindi gli almuten del Sole, di Giove e di Venere ovvero i loro dispositori, quelli che ottengono un maggior punteggio per essenzialità, perché sono in un certo senso i tre astri che naturalmente (ovvero nella loro natura intrinseca) rievocano il sanguigno.

Nel caso di Sigmund Freud gli almuten / dispositori emersi sono i seguenti (secondo calcoli di essenzialità).

Sigmund Freud è un sanguigno potenzialmente della natura di Venere o del Sole, perché questi sono gli almuten emersi per i punti naturali di un temperamento sanguigno. Aggiungiamo a questi punteggi ottenuti, quelli per accidentalità che decretiamo in base alla posizione nelle case. Venere nella nascita di Sigmund Freud si posiziona in casa uno, Albiruni conferisce a questa luogo un punteggio di +1. Mentre il Sole si posiziona in casa 7, Albiruni conferisce a questo luogo un punteggio di +9,

ALMUTEN DEL SOLE: VENERE 8+1 = 9
ALMUTEN DI GIOVE: VENERE 7+1= 8
ALMUTEN DI VENERE: SOLE 7+9 = 16

Sigmund Freud è un Sanguigno dove Venere di nascita con Almuten Sole risulta prevalente, quindi è un Sanguigno della natura Venere-Sole. La natura del sole è quella di amplificare il calore. Il sanguigno è dato da una prevalenza di “caldo + umido” quindi in Sigmund Freud avremo un sanguigno caldo + umido dove la componente calda sarà più sviluppata ed espressa. Inoltre la posizione del Sole è in VII casa, angolare, quindi il temperamento sarà rivolto in modo particolare alle attività, alle esperienze e alle modalità della settima casa, ovvero un sanguigno interessato alla relazione con l’altro, e allo scontro con l’altro. Ha una grande visione di sé, voglia di esprimersi, di “farsi notare”, di farsi vedere, grande grado di vitalità, ma la componente del sanguigno di Freud è in particolare sviluppata in quella relativa al “calore” quindi è intenso, fortemente estroverso, reattivo e ambizioso. Negli aspetti armonici questo temperamento conferisce una grande visione di sé, interesse per la vita, per gli altri, grande dialettica e capacità di confronto, magnanimità, ma anche visione assoluta delle cose. In aspetto negativo può questo temperamento presentare una eccessiva indulgenza su sé stessi, ovvero un certo grado di liberalità.

Sempre continuando nell’esempio di Freud, determinato che il Sole è la tipologia prevalente del suo essere sanguigno, osserveremo gli aspetti separativi, applicativi, che gli altri astri formano con questo punto della natività. Valorizzeremo in particolare gli aspetti di longitudine, di declinazione ed eventualmente quelli in mundo. Considereremo anche le mutue ricezioni perché esse intendono armonizzare e conferire possibilità equilibranti all’individuo per quanto riguarda l’espressione del suo temperamento prevalente.

Proprio per quanto riguarda Freud, il Sole è in muta ricezione a Venere. I due astri fanno parte della fazione del sanguigno emerse per Freud. Questo è un dato armonizzante. Non ci sono invece aspetti di longitudine ne di declinazione significativi tra il Sole e gli altri punti della natività. Mentre significativi sono proprio gli aspetti in mundo dove il Sole risulta in aspetto applicativo di trigono a Marte.

Le mutue ricezioni SOLE-VENERE lo rendono un sanguigno amante del bello, del lusso, della lussuria o dei piaceri della vita; tuttavia l’aspetto SOLE-MARTE in mundo rende il suo essere sanguigno caratterizzato da spettri di animosità e arroganza, di altezzosità, in questo caso non è significativo se l’aspetto Sole-Marte è trigono quadrato od opposto o congiunto, quello che conta in sede temperamentale è la “comunicazione tra due punti”. Quando in un sanguigno della natura solare, il Sole comunica in modo applicativo a Marte, il sanguigno nel corso della sua vita aumenterà con gradualità un certo grado di animosità dissacrante.

Si passerà poi allo studio del signore della triplicità dell’astro emerso come principale sfumatura del temperamento calcolato. Sigmund Freud è Sanguigno con il SOLE prevalente nel suo temperamento. Quindi il suo Sole è in Toro in una natività diurna. Signori della sua triplicità sono: Venere, Luna e Marte. Il primo signore della triplicità del Sole in Toro, ovvero Venere, indicherà la modalità in cui Freud-sanguigno si esprimerà nella prima parte della sua vita, indicativamente nella fase infantile e adolescenziale. Il secondo signore della triplicità, ovvero Luna, ci indicherà come esprimerà il suo temperamento nella seconda fase della vita, ovvero nell’età adulta. Poi il terzo signore, ovvero Marte, ci indicherà come esprimerà il suo temperamento nella terza e ultima fase della vita, la vecchiaia.

Freud è un Sanguigno-Solare con Primo Signore della Triplicità del Sole Venere; la sua infanzia e la sua adolescenza si esprimerà con caratteristiche venusiane, qui osserveremo la natura di Venere, come è collocata, che relazioni forma al Sole e agli altri punti della natività, nel suo caso Venere è in esilio, e può indicarci una vita iniziale (fase infantile e adolescenziale) tormentata da qualche problema o da qualche esperienza specificamente connessa alla natura di venere, la madre, il sesso, i piaceri della vita, la capacità di relazionarsi agli altri, è inoltre una Venere in VI evidenziando un temperamento in età infantile e adolescenziale represso, o in difficoltà, incapace di esprimerlo in modo soddisfacente, ma piuttosto con alcune frustrazioni di fondo. Il segno che segue rispetto a quello occupato da Venere è il Toro, Venere nel suo moto diurno dall’ariete va verso il Toro, suo domicilio, ma lo fa dalla VI alla V ovvero in una fase di “ripiegamento”, l’infanzia dunque di Freud dovrebbe essere stata non appagante, così anche la fase dell’adolescenza tormentata o caratterizzata da qualche comportamento “sanguigno” disarmonico / debilitato.

La seconda parte della vita di Freud, nell’età adulta, è stata caratterizzata da un temperamento Sanguigno della Natura del Sole con Secondo signore della triplicità Luna, una Luna in gemelli, peregrina dunque, e nell’inoperosa casa otto, tuttavia è in un luogo avanzante perché nel moto diurno la Luna sta avanzando verso un cardine! È in aumento l’interesse di Freud nel conoscere le cose dell’uomo, il suo essere sanguigno lo porta ad aumentare l’interesse per gli altri, per la relazione umana, per le cose umane, infatti la Luna è in segno umano e nel suo moto diurno procede verso il segno successivo, che è quello del cancro, suo domicilio.

La terza parte di Freud vede, nell’età anziana, un temperamento sanguigno, della natura del Sole con terzo signore della triplicità Marte. anche qui notiamo un Marte in debilità, perché in esilio, un Marte retrogrado, abbiamo una condizione di difficoltà, l’essere sanguigno di Freud subisce un momento di inasprimento nell’età della vecchiaia, si acutizza o si formalizza in certe fissazioni, diventa più autoritario e più caparbio, è tuttavia contraddistinto anche da dubbi e incertezze, perché Marte è retrogrado come a volerci dire che il temperamento ha delle falle e di conseguenza si esprimerà con momenti di difficoltà e tensione in Freud, su sé stesso e sugli altri. Tuttavia è un Marte in avanzamento perché in casa undici, e il segno che seguirà nel suo moto diurno è quello dello Scorpione, suo domicilio, quindi difronte a instabilità e incertezze, va verso una capacità di rintracciare nei suoi conflitti un giusto ordine e un giusto compromesso.

Ultimo aspetto, da non sottovalutare, è la fase lunare di nascita giacché essa in base al temperamento emerso prevalente, ha sempre diritto a dire la sua, esprimendoci caratteri crescenti o decrescenti rispetto al temperamento emerso.

INDICAZIONI SUI 4 TEMPERAMENTI – DEFINIZIONI GENERALI
Come possiamo interpretare in generale i quattro temperamenti? Di seguito vi indicherò una orientazione generale e grossolana dei temperamenti, ovvero alcune tracce significative che, come avete capito dall’esempio svolto per Freud, poi saranno specificate e valorizzate in base alle caratteristiche intrinseche di una carta di nascita.

Intanto cominciamo col dire che il temperamento SANGUIGNO E COLLERICO possiamo identificarli come temperamenti della natura diurna, il cui significatore naturale è il Sole. Nel Sanguigno abbiamo anche una natura Giove e Venere. Nel collerico una natura più incline a Marte. Poiché caratterizzati in tal maniera, possiamo ritenerli temperamenti portati verso l’esterno, verso la comunicazione, estroversi, audaci, curiosi, il loro modo è quindi coinvolgente, provocante. Nel sanguigno la modalità è godereccia, la visione è cosmopolita e poliedrica, sfaccettata, il temperamento sanguigno è come un uomo che ama tante cose e che vuole valorizzarle tutte insieme. Nel collerico la modalità è più ambiziosa e centrata, martellante, orgogliosa, è come un uomo che ama una sola cosa che vuole a tutti i costi realizzare e concretizzare. In tutti e due i casi abbiamo personalità che amano emergere o farsi notare, dinamiche, provocanti nei modi di fare e di dire, ma anche coraggiosi, sperimentali, audaci. Nel sanguigno c’è però una certa lascività e dissolutezza, impudicizia, nel collerico invece una certa ingerenza e invadenza, una certa modalità intensa e decisa. Nel bene o nel male, sanguigno e collerico sono virtuosi e le loro virtù amano mostrarle e testimoniarle. Ma quando questi due temperamenti sono fortemente instabili e debilitati, nel sanguigno vi è leggerezza, superficialità, poca responsabilità, tendenza a ingannare sé stessi e gli altri, e una certa indole che provoca gli altri con momenti di nervosismo che improvvisamente poi è sostituita da riappacificazione, ovvero poco coraggio nel portare convincentemente le proprie idee avanti; mentre nel collerico c’è un forte coinvolgimento in ciò in cui si crede, e questo fa essere imperituri, ovvero ci si ritiene al di sopra di tutto e tutti, emergono così fasi di arroganza intellettuale ma anche atteggiamenti fisici invadenti e categorici, con momenti di reazione violenta e distruttiva.

Mentre il temperamento MALINCONICO E FLEMMATICO possiamo identificarli come temperamenti della natura notturna, il cui significatore naturale è la Luna. Nel Malinconico abbiamo una natura Saturno e Mercurio. Nel Flemmatico una natura Luna e Venere. Poiché caratterizzati in questo modo, qui abbiamo una fase più introversa, il temperamento è meno rivolto verso l’esterno e lavora di più su sé stessi. Questo non significa che malinconico e flemmatico sono passivi, piuttosto è una diversa modalità di reagire agli impulsi della vita, le persone sono interessate a costruire risposte ed azioni più finalizzate a stabilizzare il loro mondo interiore, sono più riservati, meno amanti della ostentazione, ma non mancano anche in questi temperamenti alcune sfumature molto reattive. Intanto il Malinconico è un introverso dinamico, nel senso tende ad essere interessato a costruire una stabilità morale, etica e cognitiva che si traduce sovente in una grande stabilità, e in una profonda conoscenza delle cose. È come un uomo che conoscendo la storia della sua vita e del mondo, ha coscienza del futuro. In questo temperamento c’è una grande stabilità, un senso del dovere ma anche una certa rigidità cognitiva e razionale. Le azioni del malinconico sono decise e puntuali, aderiscono ad una serie di principi che non si intendono valicare, è fortemente stabile nei suoi modi di pensare. Il flemmatico ha una modalità più lunare e venusiana, quindi è amante dei piaceri e si lascia crogiolare da essi, ma tali piaceri tendono a rallentare e fanno procedere il nativo con una certa dose di pigrizia. È come un uomo che ama sostare su ciò che gli piace, traendo godimento da ogni minimo particolare delle cose, che altri non noterebbero. È attento cioè ai dettagli, e su di esso si crogiola. L’approccio è sempre introverso, rivolto in particolare a stabilizzare sé stessi, più che a dimostrare agli altri qualcosa. È amante delle comodità. Gli aspetti negativi di questi due temperamenti sono: per il malinconico una certa tendenza e visione razionale della vita che può indurre a rigidità emotiva, o a un giudizio inappellabile, abbiamo personalità che in gravi situazioni di disarmonia e debilità possono raggiungere livelli di sadismo e cinismo considerevoli, sono in livelli estremi impenetrabili e il loro silenzio è frustrante per chi lo riceve, tendono tuttavia ad avere in certe condizioni attaccamenti morbosi al passato, che rende difficile una dinamicità presente e sulle aspettative future. Nel flemmatico gli aspetti negativi e in caso di forti debilità sono la stagnazione di comportamenti o atteggiamenti o modi di pensare, che reiterano certi comportamenti rendendo il cammino dell’individuo “fermo” sempre allo stesso punto, sono cioè inamovibili, hanno a volte difficoltà nell’adattarsi a nuove conoscenze, sono in casi estremi molto pigri e oziosi, incapaci di agire e possono attraversare lunghi periodi di inefficienza ovvero di incapacità reattiva e di grande stanchezza generale che rende il nativo arrendevole.

Fisicamente Sanguigno e Flemmatico tendono ad essere abbondanti, ad ingrassare, ovvero hanno una corporatura più ricca, non necessariamente eccessiva ma presentano zone del corpo più sviluppate, e gli eccessi della loro vita tendono ad assimilarli tutti. Fisicamente Collerico e Malinconico tendono ad essere più asciutti e più nerboruti, hanno un corpo massico, una muscolatura sviluppata, le loro fibre muscolari sono notevoli, specie nel collerico, e tendono a sviluppare maggiormente la massa muscolare. Il malinconico tende ad essere più asciutto, dotato anche lui di muscolatura sviluppata ma tende sovente ad essere magro, snello.

 

Ci sono veramente tante sfumature sui temperamenti che è impossibile riassumerle in un articolo. Per questo sto portando avanti la trascrizione di un manuale sullo studio dei temperamenti, e delle tante sfumature presenti in ogni macro-temperamento. Come detto per ogni temperamento specifico possiamo rintracciare sette sottoclassi che dipendono proprio da qualità legate alla carta del nativo. Questo fa comprendere come possiamo attraverso i temperamenti avere un “primo orientamento” nella comprensione della modalità temperamentale di un individuo, affrontata però – come la sto portando avanti io – nella comprensione del modo attraverso cui la persona reagisce agli stimoli della vita, e del suo ambiente, piuttosto che a questioni strettamente patologiche e mediche. Per esempio con i temperamenti possiamo anche determinare la “predisposizione” della mente, dell’intelligenza, dello spirito, delle propensioni pratiche, professionali, intellettive, insomma dal temperamento osservando in modo specifico alcuni punti della nascita, possiamo anche indicare orientativamente verso quali attività umane (per esempio lavorative) il nativo sarà orientato nel rispetto della sua natura intrinseca. Tutto ciò sarà amplificato nel saggio che spero di poter pubblicare entro la fine del 2022.

 

/ 5
Grazie per aver votato!