La Stella Beheniana Spica è posizionata nella Costellazione della Vergine.

Posizione nella Longitudine Eclittica: 24° Bilancia 10′

PIETRA ASSOCIATA : Smeraldo

ERBA ASSOCIATA: Salvia genere di pianta spermatofita dicotiledone della famiglia delle Lamiaceae, la stessa famiglia del timo e della menta.

INDICAZIONI TALISMANICHE: succo di salvia con trifoglio, pervinca, assenzio, mandragola, metti sotto una pietra di smeraldo per aumentare ed accumulare le ricchezze, per la vittoria nelle cause legali, per liberare dal male e da ogni tipo di angoscia.

NATURA PLANETARIA: Venere e Mercurio
IMMAGINE TALISMANICA: crea l'immagine di un uccello, oppure di un uomo carico di mercanzie (un commerciante).
SUGGERIMENTO PAROLA DA INCIDERE:  + negotium + quies + rem familiarem augeo +

SIGILLO DI SPICA

CONSIDERAZIONI: è da sempre considerata una stella benefica, di grande prestigio, una luce legata alla mente, alla capacità di accumulo, alla buona fortuna o buona sorte.

ELEZIONE PER OPERARE IL BENE: la Luna è crescente e si avvicina a Spica, la condizione migliore si avrà quando risulterà in aspetto a Venere e/o a Mercurio, evitare aspetti ai malefici, lavorare di notte quando Luna e Spica fanno “capolino” dall’Ascendente, lavorare nell’ora di Mercurio o nell’ora di Venere. Bene anche Luna Spica al Medio Cielo purché sia in ore notturne.
ELEZIONE PER OPERARE IL MALE: nulla da evidenziare.

OPINIONE PERSONALE: è una stella benefica di protezione, arricchimento, per migliorare le proprie attività lavorative, o per migliorare le trattative economiche, legali, per dare inizio a progetti o lavori, per promuovere tranquillità, pace, armonia, serenità, fortuna, propizia per ogni questione. La considero una stella buona per ogni questione, benefica e fortunata, essendo poi una stella all’interno di una costellazione dalla forma umana, è adatta per valorizzare e promuovere ogni tipo di bene individuale, è quella che definisco “stella universale” ovvero andiamo sempre sul sicuro quando lavoriamo con spica, per qualsiasi questione.

SPICA CARATTERISTICHE NELLA GENITURA: secondo ANONIMO DEL 379 rende i nativi noti, famosi, ricchi di risorse, eruditi, amanti delle dissertazioni filosofiche, eloquenti, creativi, perspicaci, ingegnosi, amanti della musica, delle arti, di buon cuore, piacevoli, lieti, riflessivi, abili, fortunati specialmente quando in Ascendente o in Medio Cielo unitamente ad una buona relazione con il Sole e/o la Luna, oppure quando risulta unita al Governatore dell’Ascendente o al Signore della Genitura, molto efficace sulla mente e sulle opere quando è unita al significatore della mente e delle opere del nativo. Ci sono tuttavia alcuni casi come quando è in relazione a Marte o a Saturno che può invece favorire un certo grado di lascività ma rimane comunque una stella benefica e capace anche di diminuire il male.

REALIZZARE UN TALISMANO

Alcuni consigli possono aiutarti nella realizzazione di un Talismano che è prima di tutto una forma di arte creativa. Infatti i talismani sono lo strumento in possesso degli Astrologi i quali devono conoscere i moti del cielo, e le proprietà naturali. Non parliamo di magia salomonica ma di una forma di arte in cui lo scopo finale è “unire” due “forme” in una sola “realtà”: unire l’alto con il basso, unire le nature del cielo con quelle dell’oggetto in terra, realizzando un prodotto finale che ha lo scopo di evidenziare, sottolineare e amplificare certe virtù e quindi certe proprietà. L’oggetto non deve essere necessariamente qualcosa da appendere al collo, spesso i talismani legati alle stelle sono realizzati direttamente sul pietre dure (specifiche in base alla stella a cui ci stiamo riferendo) su cui semplicemente incideremo sigillo e immagine, unitamente consiglio a delle parole chiavi che possano riassumere in un concetto sintetico la natura a cui volete attingere.

Quando parliamo di STELLE FISSE BEHENIANE ci riferiamo ad una selezione di 15 stelle fisse particolarmente utilizzate nell’astrologia medievale per scopi talismanici e non solo; è stato tramandato che in queste luci troviamo un potente potere capace in certe condizioni di imprimere virtù e nature in grado di infondere bene quanto male nel soggetto portatore o a cui è destinata l’opera talismanica. Ad ogni stella è stata associata una natura planetaria, una pietra, una serie di erbe e una funzione o proprietà talismanica. Per ricevere le virtù della stella dobbiamo imprimere il suo sigillo e la sua immagine in un momento in cui la Luna è congiunta alla stella a cui ci stiamo riferendo, in modo particolare quando tale unione avviene in Ascendente oppure in Medio Cielo. Secondo la tradizione medievale nell’arte talismanica si lavora di Notte specialmente quando stiamo operando con le Stelle Fisse; è necessario inoltre imprimere i significati delle stelle non solo con le loro immagini e i loro sigilli, ma anche con la pianta, o le erbe, associate alla stella.

MODO DI COSTRUIRE UN TALISMANO BEHENIANO
La modalità più semplice è incidere il sigillo della stella e l’immagine ad essa associata sulla pietra specificatamente legata alla stella con cui vogliamo lavorare. Le erbe associate si useranno per fumigare l’oggetto e nutrirlo costantemente. Altro metodo è unire più materiali da assemblare: una lastra di argento su cui ricavare una zona dove inserire le erbe della stella (all’interno di una capsula di argento per esempio da saldare sulla lastra), un altra area per inserire la pietra associata alla stella, e le aree rimanenti per incidere il sigillo e l’immagine della stella.

ERBA E PIETRA DEVONO TOCCARSI?
Pare nella descrizione che fa Marsilio Ficino che le pietre associate alle Beheniane per usi talismanici devono “toccare” l’erba associata alla stella. Questo significa letteralmente fare in modo che la pietra tocchi l’erba associata (solitamente i semi della pianta) oppure fumigare la pietra durante le incisioni con le parti essiccate della pianta associata alla stella.

SACCHETTO TALISMANICO – una possibile soluzione per un approccio semplice è quella di realizzare un sacchetto talismanico composto da un sacchetto di tela naturale del colore della pietra, sul sacchetto inciderete il sigillo ricamandolo con ago e filo o utilizzando tinture naturali (inchiostri naturali) nonché l’immagine associata alla stella, dentro il sacchetto porrete la pietra associata con le varie erbe e i vari ingredienti, sulla pietra inciderete almeno il sigillo della stella, richiuderete il sacchetto e lo porterete con voi.

STRUMENTI

Posso consigliare come strumenti importanti l’uso della “penna elettrica” ovvero una penna da incisione con punte diamantate che permettono di incidere la pietra. L’uso di colori acrilici per chi vuole, per colorare i solchi delle incisioni delle pietre. Per il resto serve il materiale associato alla stella, e saper eleggere un momento adeguato! Poi serve ovviamente creatività e predisposizione a questa forma di Arte.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!